Lula a Milano per l’Expo

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che il Ministro Maurizio Martina ha incontrato nei giorni scorsi a San Paolo l’ex Presidente deI Brasile, Luiz Inácio Lula da Silva.
Il Governo italiano ha invitato il leader brasiliano ad aprire il percorso internazionale di confronto sui temi di Expo Milano 2015. Prima tappa a gennaio 2015 con un grande evento che vedrà la presenza concomitante di Lula e del Presidente del Consiglio Renzi a confronto con le giovani generazioni. Con Lula inizierà un percorso che vedrà altre personalità di fama internazionale impegnarsi, sia nei primi mesi del 2015 che durante il semestre espositivo, in una discussione pubblica sui temi di Expo: sicurezza alimentare, sostenibilità dei modelli di sviluppo, biodiversità, lotta alla fame e allo spreco alimentare. Personalità provenienti da ogni continente per concretizzare un viaggio a tappe verso il 1 maggio 2015 (giorno di apertura dell’Esposizione universale a Milano) in grado di appassionare e coinvolgere l’opinione pubblica italiana e internazionale ai contenuti dell’Esposizione universale.
Il Ministro Martina è stato mercoledì a San Paolo del Brasile per un incontro presso la Fondazione Lula dopo la sua missione negli Usa dove, fra gli appuntamenti, è intervenuto all’ONU, sempre sui temi di Expo, ha incontrato il Ministro americano all’agricoltura Tom Vilsack e i responsabili della Banca Mondiale che stanno seguendo Expo Milano 2015.
“Abbiamo invitato il Presidente Lula – dice il Ministro Martina – ad essere protagonista della piattaforma di discussione internazionale dell’Esposizione Universale di Milano. La sua leadership e la sua storia sono la prova vivente che è possibile governare per cambiare davvero lo stato delle cose e far uscire milioni di persone dalla povertà come è accaduto in questi anni in Brasile ad oltre 30 milioni di persone. Siamo molto contenti che Lula abbia accettato il nostro invito. Ha espresso grande apprezzamento per l’impegno del Governo italiano nel cambiare il Paese, nel dare il nostro contributo a rilanciare le ragioni dell’integrazione europea e allo stesso tempo ad impegnarsi per promuovere nuove soluzioni a questioni di governo globale e sfide mondiali come l’alimentazione, la sostenibilità dello sviluppo, l’energia, la lotta alla fame e allo spreco. La questione alimentare e quella energetica possono rappresentare i campi cruciali in cui giocare la partita di una nuova governance globale. Nei sei mesi di Presidenza della UE saremo tutti impegnati a rilanciare le basi del nostro stare insieme in Europa, ma nel farlo non possiamo dimenticarci di dover essere attori principali, protagonisti, nella più vasta comunità internazionale per darci regole migliori che garantiscano sviluppo sostenibile e giustizia. La discussione che Expo può facilitare deve coinvolgere tutti i soggetti interessati a livello mondiale. A Washington sono stato alla Banca mondiale per assicurarmi il loro coinvolgimento e la presenza del presidente Kim a Expo 2015; l’ONU, dove sono intervenuto lunedì, è impegnata con un progetto importante per l’Esposizione e Ban Ki Moon ha già dato al Governo conferma dell’intenzione di partecipare all’evento; la FAO è partner strutturale con il loro direttore Da Silva, così come World Food Program e Ifad. Il Ministro Mogherini si sta inoltre dedicando con grande passione all’ambizioso progetto Women for Expo. Ci sono quindi tutte le condizioni affinché l’Italia, tramite l’Esposizione di Milano 2015, segni con originalità e forza il proprio contributo su scala internazionale a temi cruciali per il nostro futuro”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Lula a Milano per l’Expo Lula a Milano per l’Expo ultima modifica: 2014-07-05T10:33:00+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento