RianimaMi. Installato defibrillatore in piazza Duomo

Defibrillatore in Pizza Duomo MilanoDa oggi c’è una colonna salvavita in piazza Duomo. Nell’ambito di “RianimaMi”, il progetto ideato dalla Polizia locale per combattere l’arresto cardiaco improvviso, è stato collocato un totem con defibrillatore donato da Associazione per il Policlinico onlus.

Sono 450 gli agenti di Polizia locale che hanno seguito un corso su base volontaria per utilizzare il defibrillatore semiautomatico esterno (dae) e 19 i defibrillatori che vengono montati su auto e moto in pattuglia per consentire interventi rapidi in caso di emergenza. Ai dispositivi mobili si aggiungono 11 postazioni fisse: nell’area delle movida in zona Ticinese (via Santa Croce) grazie anche alla collaborazione con Croce Bianca e nel piazzale della Stazione di Porta Genova, presso la Farmacia Porta Genova; Palazzo Marino; il comando della Polizia locale di via Beccaria; l’Accademia della Polizia locale di via Boeri e il Centro Sicurezza Urbana di via Drago cui si aggiunge da oggi la postazione di piazza Duomo, angolo via Mengoni.

“Milano è oggi dotata di defibrillatori in modo capillare e vogliamo andare avanti in questo progetto realizzato grazie alla collaborazione fra l’Amministrazione e generosi partner. Nostro obiettivo è avere nel 2015, unici in Italia, mille agenti di Polizia locale formati negli interventi di urgenza e abbattere i tempi di intervento, basta una segnalazione e la pattuglia più vicina risponde alla chiamata di soccorso”, dichiara Marco Granelli, assessore alla Sicurezza e coesione sociale, Polizia locale, Protezione civile, Volontariato.

L’iniziativa è realizzata nell’ambito del progetto “RianimaMi” promosso da Comune di Milano e Polizia locale con il sostegno dell’Associazione per il Policlinico onlus e di Cardiac Science – Azienda produttrice di defibrillatori –. Da poche settimane, partecipa anche la Banca Popolare Commercio e Industria.

In caso di arresto cardiaco la defibrillazione entro 3 minuti aumenta le possibilità di sopravvivenza del 75 per cento e il 50 per cento delle persone che ne sono colpite non avevano mai avuto sintomi precedenti di patologia cardiaca, per questo la disponibilità di attrezzature specifiche  che consentano l’intervento immediato è fondamentale.

Dichiara Gian-Luca Ziliani, amministratore delegato di Cardiac Science Sud Europa: “Abbiamo sostenuto RianimaMi fin dalla sua nascita, l’anno scorso; produciamo defibrillatori in tutto il mondo, ci è sembrato naturale e un doveroso impegno etico aderire al progetto lanciato dalla Polizia locale. E’ un bel veicolo per fare informazione nel segno della lotta all’arresto cardiaco con defibrillatori semiautomatici esterni. Con Comune, associazione Per il Politecnico onlus e Banca Popolare Commercio e Industria stiamo realizzando qualcosa di grande che sta crescendo ulteriormente”.

“Questo totem fa parte di una serie di postazioni salvavita che l’Associazione Per il Policlinico intende regalare alla Città di Milano – prosegue Claudia Buccellati, presidente di Associazione per il Policlinico onlus  – contribuendo così a portarla nella stessa direzione delle maggiori capitali mondiali dove queste strutture sono ormai presenti in modo capillare.  La posizione in piazza del Duomo angolo via Mengoni è strategica anche per il notevole passaggio di turisti che dal Castello Sforzesco arrivano ogni giorno alla Cattedrale”.

Marco Mandelli, Direttore Generale di Banca Popolare Commercio e Industria conclude : “È un vero piacere essere a fianco di RianimaMi. Da sempre, abbiamo voluto caratterizzarci nei confronti del territorio in cui operiamo anche come forza propulsiva di sviluppo sociale. In questa occasione abbiamo voluto contribuire a migliorare l’attenzione alle persone e a valorizzare il respiro internazionale della nostra città proiettata verso Expo 2015″.

9 su 10 da parte di 34 recensori RianimaMi. Installato defibrillatore in piazza Duomo RianimaMi. Installato defibrillatore in piazza Duomo ultima modifica: 2014-07-01T19:11:13+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento