Roma, titolare di un’officina per auto si uccide ad Acilia

72

Il romano di 38 anni è stato rinvenuto senza vita dalla sorella che ha avvisato i Carabinieri. Alla base del suicidio ci sarebbe la crisi economica in cui versava l’officina di riparazioni per auto. Il corpo del meccanico è stato trovato nell’officina di via Giovanni Armandi. Il trentottenne si è ucciso chiudendosi in una macchina nella quale ha introdotto un tubo collegato ai gas di scarico di uno scooter lasciato acceso. Nel giro di pochi minuti l’abitacolo si è trasformato in una camera a gas. Quando è accorsa la sorella per l’uomo non c’era più nulla da fare. Sul corpo verrà eseguita l’autopsia.