Pensionati, persi 1.419 euro di potere d’acquisto

Negli ultimi sei anni il potere d’acquisto è sceso di oltre 118 al mese. A calcolarlo il presidente il Confesercenti, Marco Venturi secondo il quale sono ”118 euro sottratti ogni mesi ai consumi”: ” L’Italia è il solo Paese in Ue in cui i pensionati pagano in proporzione più tasse di quando erano attivi”.

“Nel resto d’Europa non è così – accusa Venturi – anzi, avviene il contrario. In tutti i Paesi, a parità di reddito, un pensionato paga in misura inferiore del dipendente”.

I nostri pensionati sono i “più tartassati d’Europa”, spiega la Confesercenti, confrontando quanto paga un italiano rispetto ai suoi colleghi europei. Confesercenti osserva che “è ora di dare una svolta definitiva a questa ingiustizia, ripensando il sistema fiscale. Soprattutto si deve tener conto dell’erosione del potere d’acquisto dei pensionati, estendendo anche a loro, come primo passo, il bonus fiscale, in modo tale da ridurre almeno la perdita su base mensile”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Pensionati, persi 1.419 euro di potere d’acquisto Pensionati, persi 1.419 euro di potere d’acquisto ultima modifica: 2014-06-28T10:01:38+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento