Sabato 28 giugno Milano sfila per i diritti di tutti

Sabato pomeriggio alle ore 16 Milano rinnoverà l’appuntamento con la Pride Parade, la sfilata divenuta in tutto il mondo il simbolo della difesa dei diritti civili. Oggi alla Casa dei Diritti in via de Amicis 10, il Coordinamento Arcobaleno e il Comune, che ha patrocinato il Pride, hanno presentato l’evento finale. Presenti l’assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino, Marco Mori, Presidente di Arcigay Milano, Sergio Prato, Coordinatore di Arcobaleno (Coordinamento delle 17 associazioni Lgbt di Milano e Provincia) Cristina Gramolini, di Arcilesbica Zami, Roberto Muzzetta di Milano Pride ed Edda Pando di Arci / Todo Cambia. Dopo Palazzo Marino lo scorso anno, il Comune per dare il benvenuto al Pride e ai suoi organizzatori ha scelto la Casa dei Diritti, il nuovo spazio comunale inaugurato lo scorso dicembre e aperto alle iniziative dal gennaio di quest’anno. Da marzo la palazzina di via De Amicis ospita anche uffici del Comune, tra cui i servizi sulla violenza e il maltrattamento sulle donne, la tratta, le dipendenze e Hiv/Aids e gli sportelli antidiscriminazione LGBTQI e antidiscriminazioni su base etnica, attestazioni di volontà (su biotestamento) e tutta la genitorialità possibile (su fecondazione eterologa). Da gennaio la Casa ha ospitato più di trenta tra eventi, dibattiti, presentazioni di libri e documentari cui hanno partecipato complessivamente circa 3.500 persone. Sono invece più di 3.700 le persone seguite dai servizi attivi in via De Amicis 10.

“Milano continua ad essere laboratorio dei diritti civili anche grazie alla Casa dei Diritti che da gennaio è diventata punto di riferimento per la tutela e il sostegno dei diritti civili e delle azioni contro ogni discriminazione”, ha detto l’assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino. Prima con il registro delle Unioni Civili e con l’estensione dei servizi e del sostegno al reddito anche alle coppie di fatto, poi con lo sportello per le attestazioni di volontà dove consegnare le dichiarazioni di fine vita e infine lo scorso maggio, con l’apertura dello sportello informativo sulla fecondazione eterologa, abbiamo compiuto enormi passi avanti mettendo a disposizione dei cittadini strumenti che tutelano le loro libertà e contribuiscono a fare della nostra città un modello per il Paese. Sul fronte legislativo, con grande rammarico, viviamo ancora inspiegabili arretratezze che non considerano le numerose istanze da tempo presentate anche in Parlamento, ma finora rimaste inascoltate. Ci auguriamo che al più presto anche a Roma comprendano la necessità di andare avanti sul tema dei diritti civili a cominciare dalla legge contro l’omofobia e dal riconoscimento della cittadinanza ai nati in Italia da genitori stranieri. Accogliamo positivamente l’intenzione del Governo di affrontare al più presto a livello nazionale la questione delle coppie di fatto, ma di strada ne dobbiamo fare ancora molta”.

In occasione del Pride tante le iniziative organizzate dal Comune e i servizi messi a disposizione. Sul sito www.turismo.milano.itsino alla conclusione della manifestazione domenica 29 giugno, è disponibile lo speciale in italiano e inglese dedicato a Milano Pride 2014. È una pagina ricca di contenuti grazie ai quali i milanesi, i turisti o i semplici curiosi potranno trovare tutte le informazioni sulla settimana contro l’omofobia, oltre al ricco programma di eventi e appuntamenti che comprende anche incontri, concerti, mostre fotografiche, dibattiti e performance live. Presente on line anche la mappa dettagliata per conoscere il percorso della parade da piazza Duca D’Aosta sino a piazza Oberdan. Per la parata sarà utilizzato un solo carro e la musica sarà diffusa, grazie ad un accordo con la società di car sharing Car2Go da sei automobili che si muoveranno con la parata.
“Lo speciale dedicato a Milano Pride sul portale del turismo è un piccolo passo ma significativo che dimostra la volontà della città di essere una  realtà aperta, accogliente e priva di ogni discriminazione nel segno dell’uguaglianza a prescindere dall’orientamento sessuale e dall’identità di genere”, commenta l’assessore Commercio, Attività produttive e Turismo Franco D’Alfonso che prosegue: ”Grazie a queste App vogliamo dare la possibilità a tutti di scoprire al meglio l’offerta artistica e culturale di Milano conciliandola con il ricco calendario di appuntamenti previsti in occasione della Pride Week”.

Per avere sempre con sé, a portata di Smart-Phone o Tablet, tutte le informazioni  sugli appuntamenti in città, è anche possibile scaricare gratuitamente l’app “Eventi Milano”, aggiornata in tempo reale e che consente di godere di tutte le possibilità culturali e di svago della città.
Gli eventi proposti sono ricercabili sia per categoria (Mostre, Musica, Teatro e Danza, Sport, etc), sia per localizzazione (attorno alla propria posizione o a un indirizzo), o selezionando le date che più interessano. Spazio anche alla cultura grazie a “Milano Itinerari”, l’app per soddisfare gli interessi del turista, del cittadino e del city user che desidera scoprire o riscoprire i lati nascosti della città. Sono disponibili itinerari che spaziano dai tesori dell’arte e dell’architettura antica e moderna, sino ai percorsi dedicati allo shopping e al divertimento. Sulla mappa interattiva è possibile muoversi per le strade della città, selezionare i punti di interesse con la possibilità di creare propri percorsi o salvare i preferiti sul dispositivo.

Tutte le informaioni sul Milano Pride sul sito www.milanopride.it.

9 su 10 da parte di 34 recensori Sabato 28 giugno Milano sfila per i diritti di tutti Sabato 28 giugno Milano sfila per i diritti di tutti ultima modifica: 2014-06-26T20:08:08+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1

Lascia un commento