Crotone, rimpasto in giunta: prima la rimozione, dopo il riconoscimento del buon lavoro

contarino - vallone - curatola - molè“La domanda nasce spontanea” direbbe il noto presentatore televisivo Luciano Rispoli: perché è stata sostituita laVice Sindaca Anna Curatola se in qualità di amministratrice è stata brava avendo ricoperto il ruolo con professionalità e competenza come gli è riconosciuto al momento della sostituzione?

Perché il Sindaco Peppino Vallone nel riformulare per la quarta volta la sua amministrazione nel corso dei tre anni di legislatura ha inteso “punire” la Vice Sindaca se era così brava nel svolgere il compito di amministratrice della cosa pubblica?

La città non vive di queste cose, i cittadini hanno bisogno d’altro che un rimpasto in Giunta (l’ennesimo da quando è iniziata, primavera 2011, la legislatura). Crotone è l’ultima città d’Italia per qualità della vita.

Non è il cambio di un Assessore, specie se bravo come tutti affermano, ad invertire la rotta del degrado cittadino in tutti i settori.

Crotone ed il crotonese sono tornati all’anno zero a proposito dei treni (soppressi quelli che esistevano e chiusa la stazione), l’aeroporto inattivo come pure il porto quantunque si continui a parlare che a breve saranno riattivate le due strutture. In città l’abusivismo commerciale dilaga per mancanza di lavoro (ognuno cerca di sbarcare il lunario vendendo frutta e verdura tra le strade). Tanti problemi che si vorrebbero risolvere da parte del primo cittadino con la sostituzione di qualche Assessore.

In tre annidi legislatura Crotone ha avuto tre Vice Sindaco: Teresa Cortese, Anna Curatola, Mario Megna (il sostituto della Curatola). Due Assessori alle attività produttive: Anna Melillo, Franco Barretta. Due Assessori alla cultura: Piero Cotronei, Antonella Giungata. Due Assessori allo sport: Claudio Perri, Claudio Molè. Due Assessori alla viabilità: Franco Stabile, Mario Megna. Due Assessori ai lavori pubblici: Claudio Liotti, Emilio Candigliota. Tre assessori all’urbanistica: Vincenzo Mano, Salvatore Ruperto, Sergio Contarino. Ultimo l’ingresso in Giunta di Michele Marseglia con delega all’ambiente. E tutti bravi stando ai ringraziamenti che gli giungono quando sono sostituiti. Per ultimo i ringraziamenti all’ex Vice Sindaco Anna Curatola da parte del Pd tramite il Segretario provinciale e presidente dell’assemblea comunale Arturo Pantisano.

“Il Pd ringrazia l’ex Vice Sindaco Anna Curatola per il contributo dato in seno all’Amministrazione Comunale.

 

Esprimo a nome mio e del Partito Democratico, un sincero ringraziamento alla professoressa Anna Curatola, che in quest’anno e mezzo ha svolto il ruolo di Vice Sindaco e ricoperto con grande professionalità le deleghe alla pubblica istruzione e alle pari opportunità nella giunta comunale di Crotone.

Il PD, ha accolto con grande entusiasmo il contributo di una donna riconosciuta e stimata in città, per la sua attività di dirigente scolastico ed ha fortemente voluto affidare alla stessa una delega strategica in un territorio socialmente martoriato come quello della città di Crotone, dove la scuola può essere elemento di riscatto e crescita per i nostri giovani.

Anna Curatola, che è tra le altre cose un dirigente regionale del PD e rappresenta la città in seno all’assemblea regionale, resta per tutti noi una figura importante e la sua correttezza e professionalità un patrimonio che sicuramente sarà d’aiuto per affrontare nel contesto regionale un’importante discussione politica che deve vedere tutti i democratici protagonisti di una nuova stagione di idee e di governo della Calabria. Sono certo, al contempo, che l’assessore Antonella Giungata, cui sono andate le deleghe della professoressa Curatola, saprà dare continuità al positivo lavoro fin qui svolto”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Crotone, rimpasto in giunta: prima la rimozione, dopo il riconoscimento del buon lavoro Crotone, rimpasto in giunta: prima la rimozione, dopo il riconoscimento del buon lavoro ultima modifica: 2014-06-15T18:31:31+00:00 da Giuseppe Livadoti
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento