Potenza, Petrone su risultato elettorale

“All’indomani del ballottaggio sento di dover rinnovare i miei complimenti a Dario De Luca per il successo conseguito e pieno rispetto per l’esito della competizione”. E’’ quanto ha dichiarato Luigi Petrone che in una nota ringrazia “di cuore quanti lo hanno sostenuto sin dall’inizio in questa sua nuova esperienza e quanti hanno riconfermato il loro consenso nel secondo turno elettorale”. 

“Ad una prima lettura dei risultati del voto emerge – ha evidenziato Petrone – una straordinaria mobilità del flusso elettorale che mi ha penalizzato. A questo si aggiunge un crollo della partecipazione calata dal 75% al 48% rispetto al primo turno dovuto, probabilmente, alla certezza di un risultato considerato erroneamente scontato. Il lavoro svolto dai candidati fino al 25 maggio ha consentito di veicolare con forza il messaggio di rinnovamento e cambiamento che io stesso rappresentavo, in quanto persona esterna ai partiti e alla vita politica in genere. La mancata vittoria per pochissimi voti al primo turno ha favorito un generale rilassamento ed una minore forza della nuova proposta politica e amministrativa. Nonostante io abbia ripetutamente marcato la mia autonomia e indipendenza, il proposito di cambiamento non è apparso del tutto convincente. Questo va probabilmente attribuito anche ad una insufficiente spinta unitaria del centro sinistra e ad un diffuso malcontento della cittadinanza, sfociato in un voto di protesta nei confronti della classe dirigente e di governo. L’esperienza, tuttavia, rimane molto positiva perché ha prodotto una maggioranza consiliare composta, grazie alla mia insistenza, da giovani e donne. Questo nuovo consiglio – ha concluso Petrone – può costituire una buona e proficua base di partenza per la futura amministrazione della città di Potenza”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Potenza, Petrone su risultato elettorale Potenza, Petrone su risultato elettorale ultima modifica: 2014-06-10T10:35:55+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento