La lezione dell’elettorato moderato potentino serva anche ad Adduce

“Il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, pare sia rimasto l’unico a non accorgersi che la Basilicata sta cambiando e che l’elettorato moderato, autentico vincitore della rivoluzione a Potenza, è sempre più decisivo. Così – continua Benedetto – nonostante l’avessimo richiamato a valorizzare la collegialità della coalizione di maggioranza, anche per la nuova giunta, dopo la brutta figura rimediata per quella che esclude le donne, continua ad ignorare Centro democratico. Se questa sua posizione è il preludio per una lista monocolore Pd per le comunali del prossimo anno è il caso che qualcuno gli spieghi che quanto è accaduto a Potenza non è irripetibile a Matera e che, quindi, se vuole trascinare il Pd di Matera alla sconfitta bis lo faccia da solo, senza di noi. Il gruppo dirigente regionale del Pd faccia tesoro della lezione che gli ha dato l’elettorato potentino e, sforzandosi di ritrovare quell’unità di programmi essenziale per la credibilità, metta fine all’atteggiamento di autosufficienza. Solo ricercando l’unità della coalizione e valorizzando tutte le risorse ideali e le capacità che essa esprime – conclude Bnedetto – sarà possibile rilanciare l’esperienza di governo del centrosinistra ad ogni livello istituzionale”.

Lascia un commento