Play-off quarti di finale, eliminato il Crotone. Passa il Bari dopo la vittoria all’Ezio Scida

drago-vrennaE’ finita la festa targata Crotone. Una bella festa che ha coinvolto quasi diecimila spettatori per assistere all’evento storico dei play-off sul terreno dell’Ezio Scida. Festa in città fin dal mattino e festa all’interno dello stadio prima e durante l’incontro. Esterno dello stadio affollatissimo di tifosi fin dalle ore 14,00. Nessun incidente fuori e durante l’incontro da richiamare l’attenzione delle forze dell’ordine grazie alla maturità sportiva dei tifosi locali ed a quella dei baresi che non si sono mai lasciati andare ad atteggiamenti antisportivi. Fine partita amaro per i locali (tifosi e giocatori) ma ugualmente soddisfatti per la stagione vissuta in maniera esaltante. Il traguardo dei play-off è insito a squadre tecnicamente valide.

In sala stampa mister Alberti non nasconde la contentezza per aver portato il Bari a questo traguardo e con la possibilità di giocarsi la promozione in serie A nonostante i quattro punti di penalizzazione e il problema societario che ha messo a rischio la sopravvivenza della squadra.

“Una bella vittoria – ha dichiarato Alberti – ottenuta contro un avversario che nel corso del campionato ha sempre fatto parlare di se per la qualità del gioco. Ringrazio il presidente Vrenna per la sportività dimostrata a fine partita quando è venuto negli spogliatoi per congratularsi con i miei giocatori. Un gesto di alto spessore sportivo”.

Mister Drago amareggiato ma con moderazione: “alla mia squadra è mancata la giusta concentrazione nel momento di concludere a rete. Il Bari ha saputo sfruttare bene l’occasione avuta a metà primo tempo. Il secondo gol subito al novantesimo, quando stavamo attuando il pressing per pareggiare, ci ha tagliato le gambe”.

Adesso è finita, il Bari va avanti, il Crotone si ferma ai quarti di finale con i ringraziamenti di tutta la tifoseria per ciò che hanno fatto nel corso della stagione. Soddisfatti il presidente Raffaele Vrenna e il direttore sportivo Giuseppe Ursino per essere ancora una volta riusciti ad allestire un Crotone capace di competere alla grande. I due hanno dichiarato di essere già al lavoro pensando al prossimo campionato. Tenendo conto, ha precisato il presidente Vrenna, che ci sono problemi societari.

La partita è stata appena sopra la sufficienza, ad elevare il livello tecnico il Bari che nel corso dei novantacinque minuti ha sempre saputo gestire le giocate ma con il minimo sforzo per la poca incisività dei rossoblù, sia in fase d’attacco, sia in difesa. Del Prete non è stato il solito cursore per motivi fisici essendo stato colpito da un attacco intestinale.

Mazzotta il solito cavallo matto lungo la fascia ma non ha mai trovato la giusta azione per mettere il pallone in area di rigore con efficacia.

Bidaoui tanto fumo e poco arrosto come solitamente si dice. Dribbla molto in area di rigore senza mai tirare in porta.

Bernardeschi schierato dietro Pettinari si è annullato da solo in quasi tutte le giocate. Il primo gol degli ospiti la solita indecisione difensiva che ha coinvolto anche Gomis.

Le migliori giocate di marca rossoblù al sesto minuto con Pettinari che di testa tenta la via del gol. All’ottavo minuto ancora Pettinari tenta il pallonetto che va abbondantemente alto. Al diciannovesimo minuto assolo di Bidaoui che costringe il portiere a respingere il pallone in angolo.

Tutto qui le giocate pericolose del Crotone.

Al minuto ventottesimo passa il Bari. Joau Silva per Galano che mette in rete eludendo la sorveglianza di Suagher.

La ripresa inizia pensando ad un diverso Crotone ma è ancora il Bari che sfiora il raddoppio con Galano dopo l’assist di Joao Silva, i due giocatori saranno l’arma vincente dei galletti.

Pressing del Crotone per agguantare il pareggio senza riuscirci nonostante qualche tentativo con Giannone.

La svolta definita a favore dei biancorossi di mister Alberti al novantesimo ed è Joao Silva che la provoca realizzando il secondo gol.

Nei minuti di recupero il terzo gol con Sciaudone.

Finisce qui l’incontro e la corsa del Crotone nei play-off. Il Bari tornerà in campo domenica prossima per affrontare il Latina al San Nicola nella prima partita semifinale play-off.

 

Crotone     0

Bari            3

 

Marcatori: Galano 28°, Joao Silva 90°, Sciaudone 95°

 

Crotone (4-3-3):Gomis, Del Prete, Suagher, Cremonesi, Mazzotta, Crisetig, Cataldi, Dezi (Giannone), Bidaoui (De Giorgio), Pettinari, Bernardeschi (Ishak). All. Drago

 

Bari (4-3-3): Guarna, Sabelli, Polenta, Ceppitelli, Calderoni, De Fendi (Zanon), Fossati, Sciaudone, Galano (Del Vecchio), Cani, Joao Silva. All. Alberti

Arbitro: Renzo Candussio (Cervignano del Friuli)

Coll. Marco Avellano (Busto Arsizio), Filippo Valeriani (Ravenna)

Quarto giudice: Ciro Carbone (Napoli)

Arb. Addizionale di porta: Alessandro Di Paolo (Avezzano), Fabrizio Pasqua (Tivoli)

Ammoniti: De Fendi, Del Prete, Calderoni, Fossati,

Angoli: 9 a 2 per il Crotone

Recupero: 0 e 5 minuti

Spettatori: 9.133 (ospiti 1000)

9 su 10 da parte di 34 recensori Play-off quarti di finale, eliminato il Crotone. Passa il Bari dopo la vittoria all’Ezio Scida Play-off quarti di finale, eliminato il Crotone. Passa il Bari dopo la vittoria all’Ezio Scida ultima modifica: 2014-06-03T22:55:13+00:00 da Giuseppe Livadoti
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento