Catania, arrestati sette scafisti uno reo confesso

Quattro tunisini sono accusati per lo sbarco di 1.300 persone avvenuto a Augusta, mentre un siriano e un marocchino sono indagati per avere favorito l’immigrazione clandestina dei 257 eritrei arrivati a Porto Empedocle. Un tunisino è stato fermato per i 266 migranti sbarcati a Pozzallo e ha confessato. “Ho avuto prima uno sconto e poi la promessa di soldi a fine viaggio”.

Lascia un commento