Amalfi, truffa ad assicurazioni trenta misure cautelari

Si tratta di otto ordini di custodia cautelare ai domiciliari, venti obblighi di dimora, due interdizioni dall’esercizio della professione. Sono stati emessi dal Gip Elisabetta Boccassini del Tribunale di Salerno per il reato di associazione a delinquere finalizzata alla truffa ad assicurazioni.

Tra i destinatari, 4 avvocati (due dei quali finiti ai domiciliari mentre gli altri sono stati interdetti dalla professione) responsabili, secondo le accuse, di aver falsificato resoconti di incidenti e perizie. I provvedimenti sono in corso di esecuzione ad Amalfi, Nocera Inferiore, Pagani e in Calabria a Rende.

Le indagini sono coordinate dal pm Marco Colamonici, e hanno consentito di accertare tra il 2007 e il 2010 ben 36 falsi incidenti stradali, in particolare lungo le strade della costa Amalfitana.

Il danno alle compagnie assicurative ammonta a 550 mila euro. Gli incidenti venivano simulati con protagonisti scelti di volta in volta dalla banda a rotazione; e sono 76 le persone indagate a piede libero.

Lascia un commento