Biennale dei Ragazzi, un programma che unisce eventi legati all’editoria, al cinema e al teatro

TribuNasce la Biennale dei ragazzi, un progetto nato grazie all’incontro fra la Regione Lazio, Roma Capitale e la Camera di Commercio di Roma, con l’obiettivo comune di promuovere le proposte più significative e innovative del panorama cinematografico, editoriale e teatrale, mettendole una in contatto con l’altra. Tre linee di ricerca ideate dall’Associazione Culturale PlayTownRoma e connesse tra loro per dar vita a programmi ed attività speciali nelle scuole, utili alla realizzazione di un grande appuntamento che, ogni due anni, raccoglierà il lavoro e la creatività raccolta durante il percorso didattico con i ragazzi.

Si parte con una grande festa dedicata alla lettura che, concludendo il Maggio dei Libri, metterà i ragazzi  al centro di una serie di appuntamenti imperdibili: i piccoli lettori saranno conquistati dalle tende indiane piene di volumi che occuperanno Roma dal 29 al 31 maggio.

Torna quindi la  “Tribù dei Lettori – Festa della lettura con i ragazzi”, che in questa quinta edizione, accoglierà nei tepee 40 tra editori italiani e stranieri e più di 800 titoli da leggere e sfogliare durante tutto il periodo della manifestazione.

Una pacifica invasione di piazze, strade, giardini, librerie dove sono in programma oltre 70 appuntamenti gratuiti: reading, incontri con gli autori, spettacoli, laboratori, mostre e appuntamenti speciali pensati per bambini, ma anche genitori, insegnanti e bibliotecari. Eventi di socializzazione e divertimento creati cercare di accrescere nei più piccoli l’amore per le pagine stampate.

Saranno ospiti della Tribù: Marie-Aude Murail; Jutta Richter, Paul Dowswell, Marco Giusti, Francesca Zoboli, Guillaume Duprat. Grande attenzione sarà rivolta agli incontri e ai laboratori con gli illustratori. Tra i nomi più attesi: Guido Scarabottolo, Øyvind Torseter, il collettivo Milimbo, Mayumi Otero Raphael Urwiller (I Cinori), mentre saranno tre le mostre in programma che accompagneranno la presenza a Roma di Gek Tessaro,  Satoe Tone e Susanna Mattiangeli.

Preziosa poi sarà la collaborazione con alcune librerie che, per il periodo del Festival, sosterranno la Tribù dei lettori, ed anche con il sistema delle Biblioteche di Roma che presenterà un nuovo progetto: l’Ape-Lettura, un Ape Piaggio 50 allestita come un Libromobile che, sempre dal 29 al 31 maggio, sosterà davanti la Casina di Raffaello per proporre a bambini ed adulti libri e letture ad alta voce e all’aria aperta.

Ad integrare l’offerta verranno proposti i Pic-nic letterari a Villa Borghese. Un menù giornaliero di quattro proposte letterarie per una lettura libera e gratuita da gustare nel parco. Nel cestino bambini e famiglie faranno scorta non solo delle proposte editoriali, ma potranno gustare una piccola merenda biologica su una comoda coperta per sedersi nel parco.  Partecipazione libera fino ad esaurimento posti.

Inoltre, dalla Tribù dei Lettori nascono le Scelte di Classe, un premio, un catalogo ragionato  ed un progetto di promozione della lettura dedicato alle scuole.

Un comitato di esperti, presieduto quest’anno da Andrea Rauch,  ha avuto il compito selezionare le opere più meritevoli della produzione editoriale dell’anno 2013, rivolta ai lettori e le lettrici che vanno dai cinque ai tredici anni.
La selezione è stata oggetto di attività di promozione alla lettura nelle Biblioteche di Roma e nelle scuole dove i libri sono stati letti e discussi in classe in un ciclo di 48 incontri svolti, da febbraio a maggio, da Saba Farivar e Sara Primante insieme ai Piccoli Maestri che hanno accompagnato i lavori della giuria: quest’ultima, composta da 300 bambini di 11 Istituti di Roma e della Regione, decreterà il 29 maggio alle 11, al Globe Theatre di Villa Borghese, il miglior libro dell’anno per ciascuna categoria.

Per quanto riguarda il Teatro, questo farà il suo ingresso nella Biennale con un grande evento cittadino rivolto a bambini e giovani, che proseguirà nelle scuole durante un anno intero, con programmi ed iniziative di formazione, confronto e dialogo tra chi fa teatro per l’infanzia e chi lo gestisce. Avrà inizio a dicembre, si svolgerà principalmente negli spazi dell’Auditorium Parco della Musica e si collegherà alle attività che si svolgeranno nella città, nel periodo che coincide con le festività natalizie.

Prevista una mostra-evento per festeggiare il centenario dalla nascita di Toti Scialoja (Roma, 1914 – Roma, 1998), con un programma d’incontri, percorsi tematici e letture speciali dedicate al lavoro che l’artista ha dedicato ai bambini.

Infine per il Cinema, Alice nella Città, sezione autonoma e parallela del Festival Internazionale del Film di Roma, avrà anche quest’anno una programmazione indipendente di grande cinema con tematiche rivolte al mondo dei giovani.

Quest’anno Alice ha scelto di rappresentare con maggior forza il rapporto del cinema con la letteratura dedicata ai ragazzi: si potrà così partecipare alla proiezione evento speciale di “The young and prodigious spivet” di Jean–Pierre Jeunet e all’incontro evento speciale dedicato a “The great Gilly Hopkins” di Stephen Herek, con le prime sequenze in esclusiva.

9 su 10 da parte di 34 recensori Biennale dei Ragazzi, un programma che unisce eventi legati all’editoria, al cinema e al teatro Biennale dei Ragazzi, un programma che unisce eventi legati all’editoria, al cinema e al teatro ultima modifica: 2014-05-27T19:11:22+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento