Al via Smart City Week e 20 progetti per una Milano Smart

Dieci progetti finanziati per oltre 52 milioni di euro da Miur e Regione Lombardia, altri dieci progetti in cinque ambiti di applicazione realizzati dall’Amministrazione comunale con proprie risorse oltre a circa 3 milioni di euro di contributi di Camera di Commercio e Comune di Milano alle imprese e start up che investono nell’innovazione digitali solo nel 2013. E ancora: una nuova associazione per la governance dei progetti,e un incubatore d’impresa per riqualificare l’area dismessa di Ripamonti, 88 e una tre giorni – dal 27 al 29 maggio –  dedicata all’approfondimento delle tematiche Smart city: oltre 43mila imprese coinvolte, 344 mila addetti e un fatturato di 128 miliardi di euro l’anno.

Questi i numeri di Milano Smart city annunciati dall’assessore alle Politiche del Lavoro, Sviluppo economico, Università, Ricerca e da Erica Corti, Membro di Giunta della Camera Commercio di Milano per illustrare il percorso attuato da Milano, negli ultimi due anni e mezzo, verso una città sempre più attenta alla tecnologia, alla ricerca e all’inclusione sociale.

“Smart city – ha detto l’assessore alle Politiche del Lavoro, Sviluppo economico, Università, Ricerca e Smart City – significa vivere in una città nella quale la tecnologia risponde ai bisogni dei cittadini in termini di azioni amministrative meno impattanti, da un punto di vista economico e ambientale, sebbene più inclusive dal punto di vista sociale. Obiettivi più facilmente raggiungibili con la collaborazione tra istituzioni, enti di ricerca e sistema delle imprese”.

“Comune e Camera di Commercio – ha dichiarato Erica Corti, membro di giunta della Camera di commercio di Milano – si sono alleati per realizzare progetti concreti che rendano la città più intelligente, più attrattiva per le imprese che hanno bisogno di infrastrutture materiali e immateriali efficienti. In questo modo intendiamo sviluppare un processo che, attraverso l’iniziativa congiunta Milano Smart City, porterà alla progressiva realizzazione di questi progetti a beneficio dei cittadini e delle imprese”.

Al fine di realizzare, implementare e rafforzare la collaborazione tra Comune e Camera di Commercio si è deciso di costituire l’ Associazione Milano Smart City con l’intento di creare una nuova governance che coordini  i progetti, aperta a tutti gli attori quali imprese, università, centri di ricerca e associazioni impegnate nello sviluppo di progettualità smart con l’obiettivo di intercettare e sfruttare al meglio i finanziamenti europei. L’Associazione, presieduta dal Sindaco di Milano, non avrà scopo di lucro e costi per l’Amministrazione ma si finanzierà con le quote associative.

Contemporaneamente è stato sottoscritto l’accordo tra Comune di Milano e Invitalia, agenzia tecnica del Ministero dello Sviluppo Economico, per la nascita in città di Smart City Lab, il primo incubatore d’impresa, gestito da Invitalia insieme al Comune, dedicato a start up e progetti imprenditoriali incentrati sulle tematiche della mobilità, semplificazione, energia e ambiente, sociale.La nuova struttura, a basso impatto ambientale e architettonico, sorgerà nell’area comunale di 3000 mq in via Ripamonti, 88 e potrà contare su un finanziamento di 5milioni di euro da parte del Ministero dello Sviluppo economico. Il Comune metterà a disposizione 500 mila euro per le dotazioni informatiche e attrezzature necessarie all’avvio dell’attività dell’incubatore.

Dopo il successo di pubblico fatto segnare dagli incontri dell’anno scorso, prende il via quest’anno, dal 27 al 29 maggio, Smart City Week, promossa da Comune di Milano e Camera di Commercio: una tre giorni, per e con i cittadini, per approfondire e orientare lo sviluppo della città in termini di sostenibilità, innovazione tecnologica, risparmio energetico e opportunità economiche.Si inizierà martedì con BootCamp E015 a inviti presso il Coworking Login di Via Privata Stefanardo da Vimercate 28che avrà l’obiettivo di costruire, grazie all’ingegno di 30 ragazzi, un servizio Smart per la città, con la collaborazione di Samsung.La sala Colonne di Palazzo Giureconsulti in Piazza dei Mercanti 2, ospiterà Evento Big Data per mostrare le potenzialità dell’aggregazione di Dati complessi quale opportunità per lo sviluppo dei servizi per la città.

Mercoledì 28, grazie a #milanosmart , presso l’Expo GATE di Piazza Castello, 14 personalità racconteranno come i loro progetti hanno apportato innovazioni esemplari per la società che li circonda. Giovedì 29 la sala Esposizione di Palazzo Giureconsulti ospiterà il Tavolo Arte Cultura per Expo 2015 per coinvolgere il sistema economico-imprenditoriale nelle opportunità generate da Expo 2015. Milano Smart City week si inserisce nel più ampio progetto interregionale di collaborazione tra Milano, Torino e Genova per lo sviluppo di un modello di città intelligente e sostenibile.

Per comprendere l’importanza strategica dello sviluppo della città in chiave Smart basta pensare che il settore, solo a Milano, vale 128 miliardi di fatturato su 460 nazionali, con circa un milanese su cinque che vi opera: nell’high tech (49 miliardi su 122), energia-rifiuti (45 miliardi su 180), commercio elettronico (700 milioni su 3,4 miliardi), design (2,6 miliardi su 4). Tra le province lombarde Milano ha 43 mila imprese nel settore, seguita da Brescia con 12 mila, Bergamo con oltre 11 mila, Varese e Monza con circa 8 mila. (Dati ufficio studi Camera di Commercio  al primo trimestre 2014).

Ad oggi sono oltre 20 progetti ‘Smart’ avviati in città, per un valore di oltre 52 milioni di euro, volti a promuovere il risparmio energetico, la sostenibilità e l’innovazione tecnologica,  600 access point wi fi, decine di App già attive, 200 ‘data set’ a disposizione di ricercatori e utenti per lo sviluppo di applicazioni, oltre 6.000 km di fibra ottica.

9 su 10 da parte di 34 recensori Al via Smart City Week e 20 progetti per una Milano Smart Al via Smart City Week e 20 progetti per una Milano Smart ultima modifica: 2014-05-23T21:06:29+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento