Sequestrati tre depuratori nei comuni di Santo Stefano d’Aspromonte e Sant’Alessio

Nel corso di controllo della Capitaneria di porto di Reggio Calabria è emerso che i tre depuratori erano in totale stato di abbandono da diverso tempo e invasi da una folta vegetazione. Le acque reflue, senza subire alcuna depurazione, finivano nei torrenti “Minnici”, “Basolaro” e “Alessio”, creando danni all’eco-sistema marino costiero.

9 su 10 da parte di 34 recensori Sequestrati tre depuratori nei comuni di Santo Stefano d’Aspromonte e Sant’Alessio Sequestrati tre depuratori nei comuni di Santo Stefano d’Aspromonte e Sant’Alessio ultima modifica: 2014-05-22T18:57:29+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento