Un milione di milanesi alle urne

Pronta la macchina comunale per consentire  lo svolgimento delle operazioni di voto domenica 25 maggio. Sono circa 1 milione i milanesi chiamati alle urne per eleggere i rappresentanti italiani al Parlamento europeo. Per 11.030 neo maggiorenni sarà la prima esperienza di voto. Oltre il 53% dell’intero corpo elettorale è rappresentato da donne. Queste alcune delle cifre presentate questa mattina dall’assessore ai Servizi civici per illustrare le azioni poste in essere dall’Amministrazione in vista dell’appuntamento elettorale

“Siamo pronti a garantire il corretto svolgimento delle operazioni di voto nella massima sicurezza con un occhio attento all’accessibilità delle sedi elettorali. Non solo, grazie all’azione di razionalizzazione di servizi attuata dell’Amministrazione sono stati possibili risparmi di spesa per 1,3 milioni di euro rispetto alla tornata del 2013”. Così l’assessore ai Servizi civici che ha aggiunto: “Invitiamo i milanesi che non l’hanno ancora fatto a verificare la validità della propria tessera elettorale recandosi tempestivamente presso una sede anagrafica per effettuare il rinnovo, evitando così prolungate code dell’ultimo minuto”.

Milanesi al voto
Dei 995.892 elettori chiamati alle urne a Milano, il 53,2% sono donne (529.961), mentre gli uomini sono il 46,8% (465.931). Percentuali invertite invece per i 22.359 milanesi residenti all’estero che voteranno presso le sedi diplomatiche: il 52,9% è rappresentato da uomini (11.832) mentre le donne sono il 47,1% (10.570).  Per 11.030 neo diciottenni il 25 maggio sarà il primo appuntamento con il voto: 5.750 maschi e 5.280 femmine.
Primo voto anche per 2.567 “nuovi italiani”, 1.024 maschi e 1.543 femmine, in prevalenza figli di genitori stranieri, nati nel nostro Paese, che hanno ottenuto la cittadinanza italiana e, quindi, il diritto al voto al raggiungimento dei 18 anni.
Saranno anche 513 gli ultracentenari che parteciperanno alla prossima tornata elettorale, di cui 453 donne e 60 uomini. L’elettrice più anziana ha 109 anni, è infatti nata nel settembre 1905.
Sono invece 1.627 i cittadini dell’Unione europea residenti a Milano (626 maschi e 1.001 femmine) su un totale di circa 27 mila cittadini Ue residenti in città che hanno chiesto di essere iscritti nelle liste elettorali per eleggere i rappresentanti italiani al Parlamento europeo.

Dove si vota
I milanesi potranno esprimere le loro preferenze in 1.249 sezioni ubicate in 208 sedi di voto di cui 762 ubicate al piano terra e 487 ubicate al primo piano in sedi dotate di ascensore. Da quest’anno nella apposita sezione “Dove voto” all’interno dello speciale Elezioni europee 2014 inserendo il proprio nome e cognome, oltre al numero di tessera elettorale, si potrà individuare il proprio seggio e visualizzarne l’ubicazione sulla mappa della città.
Allestiti anche 94 seggi speciali di cui 25 in ospedali e in luoghi di cura con più di 200 posti letto, 37 in luoghi di cura con posti letto da 100 a 199, 28 hanno un seggio volante per i luoghi di cura con meno di 100 posti letto, mentre 4 seggi sono allestiti all’interno delle case circondariali milanesi.
I 1.249 seggi prevedono un organico composto da 6 persone: 1 presidente, 1 segretario e 4 scrutatori. Sono 1.315 i presidenti di seggio nominati direttamente dalla Corte d’Appello di Milano mentre i 5.128 scrutatori sono individuati dalla Commissione Elettorale comunale. Attualmente sono stati sostituiti, per impedimenti vari, circa 1.100 scrutatori e 47 presidenti di seggio.

Come si vota
L’elettore può esprimere il voto tracciando un segno sul contrassegno della lista prescelta. Può inoltre manifestare fino a tre preferenze per i candidati della lista prescelta. I voti di preferenza si esprimono scrivendo nelle apposite righe, tracciate a fianco e nel rettangolo contenente il contrassegno della lista votata, il nome e cognome o solo il cognome dei candidati preferiti compresi nella lista medesima; in caso di identità di cognome tra i candidati, deve scriversi sempre il nome e cognome e, ove occorra, data e luogo di nascita.
ATTENZIONE: la recente legge n. 65 del 22 aprile 2014 prescrive che, nel caso di espressione di tre preferenze da parte dell’elettore, una deve essere espressa in favore di un candidato di sesso diverso dagli altri due, pena l’annullamento della terza preferenza.

Attenzione ai disabili
Per garantire l’esercizio di voto alle persone con disabilità, il Comune di Milano ha attivato un apposito servizio di trasporto completamente gratuito. Il servizio, effettuato con taxi o minibus attrezzati, garantirà l’accompagnamento, andata e ritorno, dalle rispettive abitazioni o domicili fino al seggio di voto. La prenotazione e tutte le informazioni possono essere richieste direttamente all’Ufficio Auto pubbliche del Comune di Milano, telefonando ai numeri 02-88465290/45750/45754, inviando un fax al numero 02-88465293 o scrivendo all’indirizzo di posta elettronica MTA.Autopubbliche@comune.milano.it. Per gli elettori con disabilità motoria che si trovassero in difficoltà, attivo anche il numero verde 800851333 per avere mezzi speciali utili al superamento delle barriere architettoniche. Gli elettori non deambulanti possono votare in qualsiasi sezione del Comune esibendo, assieme alla tessera elettorale, un’attestazione medica di invalidità.

Documenti necessari per votare
Il diritto di voto viene esercitato dei cittadini esibendo un documento di identità valido accompagnato dalla tessera elettorale. Tessera che, in caso di smarrimento o di esaurimento degli spazi disponibili per la certificazione del voto, può essere rinnovata presso qualsiasi ufficio anagrafico (via Larga 12 o sedi decentrate) o presso l’Ufficio elettorale di via Messina 52. La tessera può essere ritirata anche da un membro del nucleo familiare risultante nel medesimo stato di famiglia e provvisto di proprio documento di riconoscimento oppure da una terza persona purché provvista di proprio documento d’identità e documento d’identità in originale o in fotocopia dell’interessato. Le tessere elettorali che riportano il timbro AVD (necessarie al voto assistito) possono essere rinnovate solo presso l’Ufficio Elettorale di via Messina.

Dall’inizio della campagna informativa per il rinnovo delle tessere elettorali esaurite, sono stati circa 13.000 su 120.000 i milanesi che hanno richiesto una nuova tessera.

L’Ufficio di via Messina e il salone anagrafico di Via Larga 12 osserveranno i seguenti orari: da lunedì 19 maggio a venerdì 23 maggio dalle 8:30 alle 19:00, sabato 24 maggio: dalle 8:30 alle 20:00 e domenica 25 maggio dalle 7:00 alle 23:00 . Le Sedi Anagrafiche Decentrate (Zona 9 Largo De Benedetti, 1 – Zona 2 Via Padova, 118 – Zona 3 Via Sansovino, 9 – Zona 4 V.le Ungheria, 29 – Zona 4 Via Oglio, 18 – Zona 5 Via Boifava, 17 – Zona 5 Via Tibaldi, 41 – Zona 6 Via Legioni Romane, 54 – Zona 7 Piazza Stovani, 3 – Zona 8 Via Quarenghi, 21 – Zona 8 P.le Accursio, 5 – Zona 9 Via Baldinucci, 76) saranno aperte sabato 24 maggio dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14 alle 17, mentre domenica 25 maggio dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14 alle 17.

Dati e flussi elettorali
Il sito del Comune, infine, pubblicherà i dati sull’affluenza alle urne domenica 25 maggio alle ore 12 e alle ore 19 e i votanti definitivi alle ore 23. Per quanto riguarda i risultati, lo spoglio dei seggi di Milano potrà essere seguito in tempo reale nella notte della domenica sempre sul sito comunale.

9 su 10 da parte di 34 recensori Un milione di milanesi alle urne Un milione di milanesi alle urne ultima modifica: 2014-05-20T07:23:55+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento