Anzio, spaccio ed estorsioni in manette sette meridionali

Arrestate dai Carabinieri sette persone, tutte di origini calabresi ma da anni residenti nei comuni di Anzio e Nettuno, per reati che vanno dallo spaccio all’estorsione, ma anche furti di auto per commettere rapine. Alcuni degli indagati erano legati tra loro da vincoli familiari ed erano considerati “autorevoli”.

Lascia un commento