Savona, sensibilizzazione sulle problematiche del gioco d’azzardo

Il Comune di Savona prosegue l’opera di sensibilizzazione sulle problematiche del gioco d’azzardo,  un tema di grande attualità che vede una forte unità d’intenti con il Consiglio Comunale: come è noto proprio il Consiglio Comunale presieduto da Giuseppe Casalinuovo nella seduta del 15 aprile scorso ha votato all’unanimità un Ordine del Giorno sottoscritto da tutti i Capigruppo sul “problema azzardo” nella città di Savona che era già stato oggetto di discussione nei mesi precedenti. Il 10 febbraio 2014 la città infatti aveva dedicato integralmente alle problematiche del gioco d’azzardo un Consiglio Comunale aperto alla cittadinanza, con la partecipazione, tra gli altri, di parlamentari liguri, delle associazioni impegnate sul territorio (Auser, Gruppo Amali, Giocatori Anonimi, Consulta degli Studenti, Libera), con testimonianze di chi ha vissuto sulla propria pelle il dramma delle patologie legate al gioco d’azzardo, con la presentazione del logo pubblicitario contro la diffusione del gioco d’azzardo realizzato da Francesca Speranza, studentessa del Liceo Artistico “A.Martini” di Savona, vincitrice del concorso realizzato sul tema. Il Comune di Savona è già attivo da tempo sul problema, con precise norme nel nuovo Regolamento Comunale che limitano fortemente le possibilità di attuare forme di gioco d’azzardo, e attraverso l’impegno a tutto campo della Giunta ed in particolare dell’Assessore ai Servizi alla Persona Isabella Sorgini, l’Assessore al Commercio Paolo Apicella, l’Assessore al Decentramento Sergio Lugaro. L’Ordine del Giorno approvato all’unanimità nella seduta del 15 aprile 2014 chiede in sostanza ai parlamentari liguri “di attivarsi con urgenza perchè venga modificata la legislazione vigente in materia di azzardo e perchè si intraprendano iniziative efficaci nel campo della Scuola e dell’educazione per proteggere i Cittadini, specie le fasce deboli, dalla diffusione della “cultura del gioco” e dal rischio dell’azzardopatia”; esprime apprezzamento per l’emendamento alla Delega fiscale che inserisce nella legge il divieto alla pubblicità radiofonica e televisiva sul gioco d’azzardo; chiede allo Stato “di rimuovere alla radice le cause dell’attuale paradosso che lo vede pesantemente coinvolto nel gioco d’azzardo e direttamente responsabile degli interventi sanitari destinati alla cura dell’azzardopatia”; chiede di “eliminare la contrapposizione tra normativa nazionale e Regolamenti comunali”; chiede infine al Sindaco e alla giunta “di proseguire nelle attività di informazione e di sensibilizzazione già avviate con Associazioni e Scuole, anche con iniziative pubbliche e manifestazioni che coinvolgano attivamente i cittadini; di coinvolegere le Associazioni dei Commercianti nelle proposte che l’Amministrazione intende attuare nel settore dell’Azzardo, per realizzare interventi condivisi; di incentivare i Commercianti che non istallano slot machines e video giochi d’azzardo nei propri esercizi, mediante una congrua riduzione delle imposte comunali (sul suolo pubblico in primo luogo) e la previsione di altri idonei incentivi , con oneri da mettere a carico degli esercizi commerciali che detengono slot machines e videogiochi di azzardo; di portare a conclusione il progetto del “logo contro l’azzardo” con la distribuzione, a breve termine, agli esercizi interessati della vetrofania vincitrice del concorso tra le Scuole”.

L’impegno da parte di tutti è massimo su un problema che cresce esponenzialmente, non solo attraverso i luoghi fisici dove sono dislocate slot machines e video giochi d’azzardo, ma anche nell’immaterialità della rete, dove vengono coinvolti purtroppo anche giovani e giovanissimi senza alcun filtro o controllo. La conferenza stampa odierna è stata aperta dal Consigliere Comunale Daniela Pongiglione che ha dichiarato: “Sono molto contenta di trovarmi qui grazie alla condivisione unitaria del Consiglio Comunale e dei  tre assessori coinvolti; la presa di posizione del Consiglio Comunale è un segnale forte che vogliamo dare a tutto campo; insieme con il Comune abbiamo portato a termine un convegno sul tema, un Consiglio Comunale specifico ed infine l’Ordine del Giorno approvato all’unanimità: a questo punto andremo avanti sollecitando anche i cittadini a combattere con noi e ribellarsi a questa piaga”. Lia Minetti, presidente della III Commissione Consiliare Permanente ha ricordato “Vedere delle mamme che giocano alle slot col bimbo in carrozzella mi fa rabbrividire; ben venga ogni azione che possa allontanarci dal gioco d’azzardo”. L’Assessore Isabella Sorgini ha sottolineato “Vorrei rimarcare la forza del Consiglio Comunale e della nostra azione di Giunta: non ci siamo arresi di fronte ad una legislazione sostanzialmente contrapposta; ci siamo sentiti responsabili tutti insieme nella voglia di poter cambiare le cose. Oggi lo Stato ha una doppia faccia. Da un lato crea la dipendenza dall’altro la cura. Le dipendenze in più stanno mutando ed evolvendo; si parla sempre di più di dipendenze da computer, ed in effetti il gioco d’azzardo ha un enorme spazio su internet, dobbiamo confrontarci anche con questi aspetti. Continueremo ad impegnarci nelle scuole per sensibilizzare i ragazzi, col contatto attraverso il consultorio giovanile,  porteremo avanti il progetto della vetrofania da consegnare a quegli esercizi commerciali che rinunceranno alle slot; voglio ricordare un episodio che va controcorrente, dove un esercente del centro ha preferito togliere le slot e rinunciare ad introiti importanti pur di non vedere più davanti agli occhi persone e famiglie andare in rovina. Propongo anche per il 2015 di reiterare gli incontri a febbraio per monitorare la legislazione, lavorare con le scuole, sentire i nostri parlamentari”. L’Assessore Paolo Apicella ha sottolineato “Oltre ad aver messo in atto un  Regolamento Comunale fortemente restrittivo, i nostri uffici del commercio sono attentissimi a tutte le normative in cambiamento ma anche alle sentenze effettuate in altri comuni che possono permetterci di crescere su questo tema, come è successo ad esempio a Forte dei Marmi per le videolottery. Su questi aspetti il Comune di Savona è molto rigido e pur se molto è ancora da fare, sono diversi i comuni che ci chiedono informazioni sul nostro percorso già effettuato. Andremo avanti su questa strada continuando a studiare nuove azioni e le loro applicazioni concrete”. L’Assessore Sergio Lugaro ha dichiarato “Abbiamo di fronte un nemico difficilissimo da debellare, dove c’è anche molta illegalità legata alla mafia, alla criminalità organizzata. Su questi aspetti Libera si sta impegnando molto e anche noi cerchiamo di fare la nostra parte, organizzando come abbiamo fatto un convegno, un Consiglio Comunale aperto, un regolamento Comunale, dando una sede ai giocatori anonimi e alle loro famiglie per confrontarsi su questo problema e provare ad uscirne. Ogni piccolo grande gesto può avere un significato in questa battaglia; ad esempio negli edifici di proprietà comunale alla decadenza dei contratti il rinnovo sarà vincolato al divieto di installare slot machines.  Dobbiamo difendere la nostra collettività, e in questa lotta ringrazio il Consiglio Comunale che ci è ha fianco”. Il Consigliere Comunale Giampiero Aschiero ha sottolineato “il problema dei giovani: in questa fascia di età la dipendenza dal gioco d’azzardo sta diventando abnorme, ringrazio tutti coloro che si stanno impegnando in questa lotta”. Il Consigliere Milena Debenedetti ha affermato “Voglio dare una nota di speranza: Sempre più spesso vedo alcune di queste slot machines vuote, senza giocatori. Spero sia una inversione di tendenza. Vorrei ricordare a livello nazionale le attività e i lavori della Commissione Affari Sociali proprio su questo tema, col deposito di una proposta di legge in Parlamento”. Il Consigliere Comunale Gianni Maida ha sottolineato “La necessità di verificare possibili sgravi fiscali o di oneri comunali come il suolo pubblico a favore di chi rinuncerà a mettere slot machines nella propria attività commerciale”. Anche il Consigliere Federico La Rosa ha ricordato “L’unità di intenti che vede insieme Giunta e Consiglio Comunale in tutte le sue componenti: è una battaglia di civiltà per la nostra comunità che ci deve vedere tutti dalla stessa parte”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Savona, sensibilizzazione sulle problematiche del gioco d’azzardo Savona, sensibilizzazione sulle problematiche del gioco d’azzardo ultima modifica: 2014-05-16T14:08:37+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento