Trittico di mostre al Camusac di Cassino

Il prossimo Venerdì 9 maggio alle ore 18 ci sarà l’apertura primaverile della stagione espositiva del CAMUSAC che prevede l’inaugurazione di ben tre mostre di arte contemporanea di cui una intitolata “Imusmis 2” e che vedrà l’esposizione di opere di Brunella Longo, un’altra dedicata invece alle “Opere dalla Collezione Permanente/2”, che presenterà nuovi arrivi all’interno della sede museale mentre un’altra ancora è costituita dalla personale di Hidetoshi Nagasawa a cura di Bruno Corà, con un significativo nucleo di nuove opere che l’artista di origine giapponese ha appositamente ideato e realizzato per questa importante scadenza della giovane istituzione cassinese. Come si apprende dagli organizzatori, le opere di Nagasawa, sculture dal forte investimento spaziale, sono di grandi dimensioni e sono state realizzate con differenti materiali: dal marmo rosso Luana con cui egli ha concepito il Paravento, al ferro di Interferenza (di dieci metri di lunghezza), alle travi in legno di rovere di Ombra di Melissa, ai blocchi di marmo con il ferro di Groviglio di quanto e infine al ferro del Pozzo nel cielo, con cui Nagasawa esordì a Cassino con una prima versione di quest’opera oltre quindici anni fa, in occasione di un convengo su “Arte e città”. In conclusione è importante segnalare che questi momenti di arte, organizzati dalla Fondazione CAMUSAC, simposio creato dalla passione di Sergio e Maria Longo per la raccolta, l’esposizione e lo studio delle arti visive contemporanee, rinnovano il suo impegno allargando la Collezione permanente con altri artisti fra i quali Carlo Rea, Karpüseeler, Nevio Mengacci e Bruno Marcucci Le mostre resteranno aperte dal 9 maggio 2014 al 28, con ingresso libero su prenotazione.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento