Andora, gara di nuoto fatale per un cinquantenne indonesiano

E’ successo alla edizione numero 23 del Triathlon di Andora, la tradizionale gara di 750 metri a nuoto, 20 km ciclismo e 5 km podismo. Uno dei partecipanti, un indonesiano di 50 anni residente a Bergamo, ha accusato un malore in acqua. L’uomo è stato prontamente soccorso dalla sezione nautica della Polizia di Stato presso il Commissariato di Alassio e dalla Capitaneria di Porto.

Una volta portato sulla spiaggia con un moscone, all’altezza del Parco delle Farfalle, l’intervento del 118 e del personale sanitario che ha provato ancora, in tutti i modi, a rianimare l’uomo, che però era ormai deceduto. Inutile ogni tentativo.

Il corpo è stato poi trasportato all’obitorio dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, con il magistrato di turno, il sostituto procuratore Maria Chiara Paolucci, che ha già disposto l’autopsia per capire le cause esatte della morte.

Lascia un commento