Roma, novantenne massacrato di botte in via Silicella durante una rapina

E’ successo a Torre Maura, poco distante dal Gran Raccordo Anulare. L’aggressore ha colpito il pensionato con calci e pugni più volte in varie parti del corpo. E’ stato un vicino a sentire i lamenti che provenivano dall’abitazione del novantenne. L’uomo ha visto la porta aperta, ha camminato dentro l’abitazione e ha scorto sul pavimento l’anziano sporco di sangue e con gli occhi tumefatti dalle botte. Il personale di un’ambulanza ha trasportato il ferito al policlinico Casilino. Qui i medici hanno visitato l’anziano e si sono riservati di sciogliere la prognosi. Il novantenne non rischierebbe la vita ma proprio per l’età così avanzata, i medici non si sono pronunciati sul periodo di possibile guarigione.

Non è escluso che a tirare in trappola l’anziano possa essere stata una falsa assistente sociale. Sulla porta non ci sono segni di scasso. Gli agenti hanno ascoltato i residenti nella speranza di qualche testimonianza valida per il proseguo delle indagini. Sono state controllate anche le telecamere della zona.

Lascia un commento