Matera, il primo maggio porte aperte a Palazzo Lanfranchi

Il primo maggio sarà possibile visitare Palazzo Lanfranchi a Matera. Lo rende noto l’ufficio stampa e Comunicazione istituzionale della Soprintendenza ai Beni Storici Artistici ed etnoantropoligici. In occasione della festa del lavoro il Ministrero ha disposto l’apertura e l’ingresso gratuito dei musei, luoghi d’arte e siti archeologici statali per favorire la più ampia partecipazione dei cittadini.

Dalle 9.00 alle 20.00 sarà possibile accedere gratuitamente alle sale dove sono esposte le collezioni permanenti del Museo Arte Sacra, Pinacoteca D’Errico, Arte contemporanea, tra cui dipinti di Carlo Levi e Luigi Guerricchio, fotografie di Mario Cresci, e visitare la mostra Restituzioni. Opere restaurate del territorio esposte al Museo. Nell’ambito di questa rassegna, allestita nelle sale del Museo dedicate all’Arte Sacra, sono esposte dodici importanti opere d’arte provenienti da chiese della Basilicata restaurate da questa Soprintendenza nell’ultimo triennio. Le opere – dipinti su tela, pale d’altare, sculture lignee e lapidee – realizzate in un periodo compreso tra la fine del XVI secolo e la prima metà del XIX, sono state riscoperte e valorizzate grazie al lavoro sinergico di restauratori e storici dell’arte della Soprintendenza. Sarà possibile visitare, inoltre, la mostra La grande bellezza. Macchine, manifesti, passioni.

9 su 10 da parte di 34 recensori Matera, il primo maggio porte aperte a Palazzo Lanfranchi Matera, il primo maggio porte aperte a Palazzo Lanfranchi ultima modifica: 2014-04-30T00:16:46+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento