Dopo 64 anni la Mille Miglia torna a Pisa

Mercedes Benz, Alfa Romeo, BMW, Jaguar, Porsche, Ferrari: 435 vetture di 61 diverse case automobilistiche, con equipaggi da 35 paesi differenti. Sarà questa la Mille Miglia 2014, che, in questa edizione, dopo 64 anni farà il suo ritorno nella città del campanile pendente. L’ultima volta per Pisa infatti fu nel 1950, quando si correvano le edizioni storiche della Mille Miglia, con corridori del calibro di Achille Varzi e Tazio Nuvolari. Poi dal 1977, dopo un periodo di stop, la corsa si è trasormata in “gara per auto d’epoca”.

Nella tappa del 17 maggio, da Roma a Bologna, le vetture storiche transiteranno, dalle 13 in poi, per tutto il pomeriggio, sui Lungarni, dove si svolgerà una prova cronometrata, e in piazza dei Miracoli, sotto la Torre. In particolare le vetture, dopo la sosta per il pranzo a Volterra, entreranno in città da via di Cisanello, passando davanti alla sede dell’Aci, poi dritto fino ad attraversare il ponte della Vittoria per portarsi sui lungarni di mezzogiorno. Qui la prova cronometrata fino alla chiesa di San Sepolcro, poi in piazza XX settembre, sotto il Comune, il controllo delle vetture. Ripartenza fino a ponte Solferino, poi via Fermi, via Bonanno, piazza dei Manin, piazza dei Miracoli, piazza Arcivescovado, via Contessa Matilde, passaggio sotto Porta a Lucca e infine le auto imboccheranno via del Brennero per dirigersi verso Lucca.

«Abbiamo cambiato il percorso e non abbiamo perso l’occasione di passare da Pisa – afferma Giampietro Benussi, consigliere dell’organizzazione della Mille Miglia – Vedrete dei veri e propri capolavori che nessun appassionato si lascerebbe sfuggire». Leonardo Acquaviva, presidente di ACI Pisa: «La Mille Miglia è sempre estremamente attrattiva. Ci attendiamo 20-30 mila persone lungo il percorso».

Paolo Ghezzi, vicesindaco del comune di Pisa, con delega al turismo: «Gli equipaggi potranno cogliere la città nella sua bellezza: abbiamo scelto un percorso che tocca punti di grande pregio artistico, oltre la Piazza dei Miracoli, che rimane comunque unica al mondo». «Sarà un’occasione – continua Ghezzi – anche per il turismo».

A concludere la presentazione, che si è tenuta stamani, 23 aprile, presso l’ACI di Pisa, è intervenuto ilsindaco Marco Filippeschi: «Siamo molto contenti della scelta degli organizzatori. Il passaggio sotto la Torre sarà un evento di grande impatto visivo. La sfilata delle auto storiche coinvolge una città  – conclude -che con la sperimentazione dell’auto elettrica ed altri progetti sta ragionando sul futuro della mobilità».

La storia – Si tratta di un passaggio che durante l’epica Mille Miglia di velocità fu ripetuto cinque volte: Pisa è stata attraversata nelle edizioni classiche del 1938 e dal 1947 al 1950, tre volte in direzione Sud-Nord, da Roma verso Brescia, e in direzione opposta nel 1938 e 1949. Sotto, il video.

Il programma prevede che le 435 vetture in gara – provenienti da Volterra e dirette verso Lucca – transitino in Piazza dei Miracoli, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO dal 1987. Si tratta di un momento non semplicemente dedicato agli appassionati di auto d’epoca, ma di un evento che garantisce un tangibile ritorno d’immagine internazionale, utile anche per celebrare le eccellenze italiane e mostrare a partecipanti, seguiti e inviati dei media di tutto il mondo i monumenti che Gabriele d’Annunzio, assai legato all’ardimento delle prime Mille Miglia, definì i “miracoli” per la loro bellezza e originalità: la Cattedrale, il Battistero, il Campo Santo e il Campanile, monumento universalmente noto come Torre pendente.Ecco in dettaglio il percorso delle vetture nella città di Pisa: SS206, via Emilia, via Gronchi, via San Pio da Pietralcina, via Cisanello, via Matteucci, via Giacomo Matteotti, ponte della Vittoria, lungarno Leonardo Fibonacci, lungarno Galileo Galilei, lungarno Gambacorti, ponte Solferino, piazza Solferino, via Enrico Fermi, via Rustichello da Pisa, via Bonanno Pisano, piazza Daniele Manin, piazza del Duomo, piazza Arcivescovado, via Cardinale Pietro Maffi, largo del Parlasco, via Luigi Bianchi, via del Brennero, largo San Zeno, SS12. In cambio dell’affettuosa accoglienza riservataci, la Mille Miglia porterà con sé la condivisione della notorietà mediatica che la Freccia Rossa offre alle località attraversate: ogni anno, migliaia di fotografie e filmati sono diffusi in tutto il mondo da giornali, televisioni e siti Internet. Da sempre, esiste una fortissima correlazione d’immagine tra la Mille Miglia e il paesaggio italiano che le fa da cornice, le bellezze artistiche, architettoniche e naturali del nostro Paese. Quest’anno, ad ammirare Pisa, i suoi monumenti e tutte le altre magnifiche località sui 1600 km di percorso, oltre a circa millecinquecento operatori dei media, saranno quattrocentoventi equipaggi delle vetture storiche; con accompagnatori e appassionati al seguito, saranno migliaia le persone provenienti da tutti i continenti, a conferma dell’internazionalità della Freccia Rossa. Se le edizioni originali di velocità hanno avuto il merito di contribuire al progresso tecnologico automobilistico, il maggior pregio delle odierne rievocazioni è di diffondere in tutto il mondo l’immagine delle peculiarità italiane più positive, in un clima di sportività e amicizia internazionale.

 La promozione del territorio attraversato dalla Freccia Rossa, delle sue bellezze, delle tradizioni e dei suoi prodotti ha sempre rappresentato uno dei primi obiettivi della Mille Miglia, al quale noi non verremo certo meno, nel rispetto di una tradizione inossidabile. Grazie alle centinaia di media al seguito, tra le peculiarità della Mille Miglia c’è la condivisione della notorietà mediatica con le località attraversate: quest’anno, insieme a Brescia e Roma, si confermeranno Città della Mille Miglia pure Pisa e Volterra.  Il nostro ringraziamento è quindi rivolto alle Amministrazioni Comunali di tutte località della provincia di Pisa attraversate dalla Mille Miglia. In particolare, siamo riconoscenti al Sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, il Vicesindaco Paolo Ghezzi e l’Assessore allo Sport Salvatore Sanza, l’ex olimpionico e campione del mondo di scherma. Infine, non possiamo non ringraziare chi condivide la nostra passione, ossia le massime cariche dell’Automobile Club di Pisa: il Presidente Leonardo Acquaviva e il Direttore Francesco Bianchi. Grazie alla collaborazione di Enti e persone di tutta Italia, e con la sua capacità di coniugare tradizione, innovazione, creatività, eleganza, bellezze paesaggistiche e stile di vita del nostro Paese, la Mille Miglia continuerà a rappresentare anche nel 2014 un simbolo dell’eccellenza italiana nel mondo.

9 su 10 da parte di 34 recensori Dopo 64 anni la Mille Miglia torna a Pisa Dopo 64 anni la Mille Miglia torna a Pisa ultima modifica: 2014-04-24T02:56:51+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento