Stagione Concertistica internazionale Primavera di Baggio

La ‘Primavera di Milano’  sboccia a Baggio con la III Stagione Concertistica Internazionale, in programma presso la Chiesa Vecchia, in via Ceriani 3, con quattro appuntamenti in programma dal 25 aprile al 16 maggio.

“La ‘Primavera di Baggio’ ha titolo per definirsi una stagione concertistica internazionale per la sua altissima qualità artistica e il grande  valore dei musicisti che danno vita a questo cartellone – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Questa manifestazione è una bellissima storia di Milano, sia perché testimonia come un gruppo di persone, guidate da Davide Cabassi, abbia deciso di dedicare passione, talento, impegno e soprattutto reputazione ad un luogo importante di questa città; sia perché di fatto rende reale la possibilità che un luogo considerato periferico possa essere assolutamente centrale nel proporre occasioni di arte e cultura di alto livello. La straordinaria attenzione dell’ascolto del pubblico nelle precedenti edizioni testimonia l’esistenza di una comunità raccolta intorno a questa iniziativa con una grande intensità, passione e orgoglio”.

La “Primavera di Baggio”, sotto la direzione artistica dei pianisti Davide Cabassi e Tatiana Larionova, sarà dedicata quest’anno a “La musica nelle fiabe” e avrà al centro il mondo delle favole, musicate dai grandi compositori del Novecento. Quattro concerti, ambientati nella stupenda cornice della Chiesa Vecchia che sono aperti soprattutto a bambini e giovani, per avvicinarli alla musica classica con un linguaggio accessibile e con un ambiente informale e amichevole. Protagonisti della stagione, oltre a Cabassi e Larionova, anche il soprano Maria Radoeva, il mezzosoprano Külli Tomingas, il trombettista Marco Pierobon, il violinista Marco Bronzi, il clarinettista Anton Dressler, il contrabbassista Enrico Fagone, il flautista Luca
Bossi, i pianisti Alice Baccalini e Luca Schieppati oltre ai camei di Carlo Goldstein, Leonora Cassata, Roberto Furcht.
Per l’ultima serata è prevista la presenza straordinaria dell’Orchestra Carisch diretta da Tito Ceccherini.
L’ingresso ai concerti, tutti in Chiesa Vecchia e sempre alle 20.45,  è libero.

VENERDÌ 25 APRILE 2014

“Histoire du Soldat”
Anton Dressler clarinetto
Marco Bronzi violino
Roberto Fürcht se stesso
Davide Cabassi Tatiana Larionova pianoforte
Carlo Goldstein voce recitante
B. Bartók Contrasts, Sz. 111
S. Rachmaninoff Etudes Tableaux, op. 39
n. 1 in do minore
n. 5 in mi bemolle minore
n. 9 in re maggiore
I. Stravinskij L’histoire du soldat (versione per clarinetto, violino e
pianoforte)
Roberto Fürcht Il mio 25 aprile
Klezmer Muzik

VENERDÌ 2 MAGGIO 2014

“Babar l’Elefantino”
Külli Tomingas mezzosoprano
Maria Radoeva soprano
Luca Schieppati Alice Baccalini Tatiana Larionova pianoforte
G. Verdi Tacea la notte placida, da Trovatore
G. Rossini Una voce poco fa, dal Barbiere di Siviglia
G. Rossini Bel raggio lusinghiero, da Semiramide
G. Rossini Nacqui all’affanno, da Cenerentola
F. Liszt / G. Verdi Grande Paraphrase de Concert sur le Rigoletto
F. Poulenc Storia di Babar l’elefantino
R. Leoncavallo Qual fiamma avea nel guardo, da Pagliacci
F. Cilea Acerba voluttà, da Adriana Lecouvreur
G. Puccini Sì mi chiamano Mimì, da La Boheme
G. Rossini Duetto buffo dei gatti
P. I. Tchaikovskij Uzh vecher… duetto da La dama di picche

VENERDÌ 9 MAGGIO 2014

“Pierino e il Lupo”
Anton Dressler clarinetto
Marco Pierobon tromba
Enrico Fagone contrabbasso
Luca Bossi flauto
Davide Cabassi Tatiana Larionova pianoforte
Leonora Cassata voce recitante
A. Piazzolla Estaciones Porteñas (trascrizione per tromba,
contrabbasso e pianoforte)
S. Prokofiev Pierino e il Lupo (trascrizione per flauto, clarinetto,
tromba, contrabbasso, pianoforte e…)
C. Saint-Saëns Le Carnaval des animaux (trascrizione per flauto,
tromba, contrabbasso e pianoforte)

VENERDÌ 16 MAGGIO 2014

“Un’orchestra a Baggio”
Orchestra Carisch
Tito Ceccherini direttore
Maria Radoeva soprano
Davide Cabassi Tatiana Larionova pianoforte
W. A. Mozart Che io mi scordi di te, per soprano, pianoforte obbligato e
orchestra, K 505
W. A. Mozart Concerto per due pianoforti e orchestra in mi bemolle
maggiore, K 365
L. van Beethoven Sinfonia n. 5 in do minore, op. 67.

Lascia un commento