Finale stellato per la Provincia di Reggio Calabria al Sol&Agrifood e Vinitaly 2014

Una visuale dello stand della ProvinciaVerona Fiere conclude positivamente la 48^edizione del Vinitaly ed il SOL&AGRIFOOD (dal 5 al 9 aprile scorsi) con 150.000 visitatori, con numerosi eventi frequentatissimi, con tanti personaggi del settore, della politica e del jet set di grande richiamo. E le aziende della provincia reggina presenti al Vinitaly e soprattutto al SOL&AGRIFOOD, nello stand organizzato dall’assessorato all’agricoltura della Provincia di Reggio Calabria, rientrano dalla missione veronese con grande entusiasmo e soddisfazione. Gli spazi e gli eventi connessi ai brand “Reggio Calabria, la provincia buona e bella”, “Reggio Calabria, l’olio dei giganti” e “Reggio Calabria, Provincia enoica” hanno catalizzato l’attenzione e l’interesse dei visitatori: buyers, ristoratori, distributori, giornalisti, assaggiatori, semplici appassionati di enogastronomia.

La Provincia “buona e bella” ritorna dalla kermesse veronese  con un ricco medagliere 

“Lo stand della nostra Provincia al SOL&AGRIFOOD è diventato il punto più affollato del padiglione, grazie alle bontà presenti, alla qualità delle produzioni ed all’originalità dei nostri produttori” ci dice Gaetano Rao, assessore all’agricoltura della Provincia. “Siamo soddisfatti dei contatti commerciali avviati dalle 22 aziende, essendo questa di Verona una grande vetrina internazionale – continua Rao – e siamo certi che molti di questi si trasformeranno in business, così come avvenuto in occasione delle altre manifestazioni fieristiche presso le quali abbiamo partecipato”. A visitare lo stand anche gli europarlamentari Elisabetta Gardini e Mario Pirillo, Paolo Massobrio del “Golosario” e Guido Stecchi dell’ ”Accademia delle 5 T”, il finalista di “Master Chef Italia” Almo Bibolotti, Luigi Caricato di “Olio Officina”, il direttore Generale dell’ISNART Giovanni Cocco e tanti altri. A supporto dell’evento, con scopi promozionali e divulgativi, le telecamere di Reggio TV, di Rete Kalabria, di “Acasatua.tv” e Video Calabria, di “Vinitalia.tv”, di “Gusto” del TG5 senza dimenticare lo “speciale” da Canolo della puntata di Buongiorno Regione di Rai Tre Calabria di venerdì scorso. Ma di grande effetto mediatico sono stati soprattutto gli eventi programmati che hanno riscosso grande successo sia in termini sia partecipazione che di ipotesi di prossime ed ulteriori collaborazioni con enti ed associazioni di altre provincie e regioni. Il “tutto esaurito” si è registrato sin dall’inizio in occasione dell’evento di domenica “Reggio Calabria, l’Olio dei giganti – presentazione e degustazione guidata” tenutosi in Sala Mantegna a cura di Rosario Previtera e Vincenzo Melissari: un panel test in piena regola tra monovarietali e blends di varietà autocotne, rivolto ad una platea qualificata di tecnici ed assaggiatori. Il lunedì è stata la volta di “Provincia di Reggio Calabria: paesaggi ricchi di sapore con l’olio dei giganti evento in cui Anna Aloi di “A casa tua” (introdotta da Guido Stecchi dell’”Accademia delle 5 T” che edita la prestigiosa rivista “Sapori d’Italia”) ha presentato alla stampa e al pubblico, presso l’AGORA’, i prodotti e i produttori presenti alla manifestazione con interviste ed assaggi. Protagoniste, sono state direttamente tutte le 22 aziende le quali hanno avuto l’opportunità di proporre e descrivere il propri prodotti di punta: il trittico degli oli Ter, Coroneiki e Laureanum dell’azienda agricola Carbone, l’olio biologico dell’azienda agricola Posterino, gli oli monovarietali “La foresta” dell’azienda Acton, gli oli “Il Barone” e “Ottavio” dei f.lli Pronestì, gli oli da varietà autocotone “Santa Tecla” dell’azienda Licastro, l’olio tradizionale “Don Carmelo” dei f.lli Lombardo, l’olio “al femminile” delle donne dell’azienda Aurora Spanò, gli oli “della cooperazione” ottenuti dall’OP “Olivolio” e dal consorzio “Terre del Sole”, i formaggi ed il Caciocavallo di Ciminà dell’azienda Romano-Siciliano, i salumi ed i prosciutti provenienti dal versante tirrenico, dal versante ionico e dall’Aspromonte (Coop. Diamante, Nero di Calabria, Benedetto, Stilo), la pasta dell’Antico Mulino Caruso, le conserve e i prodotti olivicoli di Verdiana 1888 di Luccisano e le olive di Pietro Morabito, le confetture biologiche ed i succhi di Terre di Zoè, le marmellate e le conserve di Delizie di Calabria di Sirianni, i prodotti al bergamotto di Arturo Pratticò e de La Spina Santa, i liquori di Calabria Magna. E medesima massiccia presenza di pubblico vi è stata durante l’atteso evento di martedì: “Reggio Calabria, la provincia buona e bella: il menu dei prodotti identitari” il cooking show dello chef executive Enzo Cannatà coadiuvato da Anna Aloi per la piena valorizzazione dei prodotti e degli oli reggini. Un menu completo dall’antipasto al dolce con i prodotti identitari e le pietanze caratteristiche del territorio reggino, rivisitate dallo chef per una piacevole “conoscenza” delle bontà nostrane: Antipasto con salumi della provincia reggina con formaggi delle vallate ioniche, confettura al peperoncino, olive, e verdure sott’olio, primi piatti di “Zuppa di borlotti d’Aspromonte con cotenna di maialino ai profumi del Mediterraneo e gocce di olio extravergine cv. Roggianella” e “Caserecce di semola (Extra Top) con pomodori “spaccatelli”, ‘nduja e olio extravergine cv. Carolea”, secondo piatto di “Zimbatò della Piana” con Patate di Sant’Eufemia d’Aspromonte DE.C.O., peperoni, melanzane e salsiccia di maialino nero di Calabria su crostino di pane di “jermano”, dessert e dolce a base di Biondina di Cittanova DE.C.O. con liquore di liquirizia al peperoncino e il “dolce della nonna” con il tradizionale “Caffè bianco”. Tra le numerose personalità al cooking show anche Lucio Gianni, assessore all’agricoltura e attività produttive della Provincia di Venezia, Angelo Serri patron di “Tipicità” della Regione Marche, Franco Favaretto di “Baccalà Divino”.
Anche gli eventi realizzati dalla Provincia, nell’ambito della prosecuzione del progetto “Reggio Calabria, Provincia enoica” svolti presso lo stand di Unioncamere Calabria del Vinitaly sono stati di grande richiamo ed hanno animato l’intero contesto espositivo regionale: “Passione passiti: dai grandi vini passiti della Grecia al Greco di Bianco DOC” in collaborazione con l’Ass. naz. Città del Vino, il Centro Nazionale Vini Passiti, l’Ass. “Megale Hellas” ha visto gli interventi di Paolo Benvenuti (Direttore generale Ass. Naz. Città del Vino), di Cosimo Canturi (Presidente dell’Ass. “Megale Hellas”), di Antonio Mazzitelli (Segretario FISAR Roma), di Rosario Previtera (Assaggiatore ONAV e Coord. Winetheatre.it). L’incontro moderato da Massimo Tigani Sava, direttore di “Local Genius” ha visto una grande partecipazione di pubblico e di assaggiatori AIS, FISAR ed ONAV grazie alle degustazioni guidate a cura di Rosario Previtera e Antonio Mazzitelli che hanno posto a confronto il Vinsanto greco, il Greco di Bianco DOC il Mantonico IGT Locride. Di grande interesse è stato infine il talk-show “Donne e vino, Donna è impresa” moderato da Piero Muscari, direttore di “Vinitalia.tv”. L’iniziativa, in collaborazione con l’Ass. naz. “Le donne del vino”, Ass. “Movimento Turismo del Vino – Calabria” ha approfondito diversi temi grazie agli interventi di Elena Martusciello (Presidente Ass. Naz. “Le donne del vino”), Clementina Palese (Giornalista professionista de L’informatore Agrario), Pierluigi Aceti (Movimento turismo del Vino), Patrizia Malaspina (Azienda vitivinicola Malaspina).
La grande sorpresa per tutti i partecipanti è arrivata l’ultimo giorno con la comunicazione inaspettata della premiazione del GOLOSARIO PRIZE per tre aziende reggine. Gli esperti della guida “IL GOLOSARIO” hanno degustato in incognito e poi classificato i migliori prodotti in assoluto, per poi procedere alla premiazione di prodotti ed aziende, sia per quanto riguarda la qualità riscontrata sia per quanto concerne l’originalità e l’identitarietà delle produzioni, distinte secondo le seguenti categorie: Sfiziosità, Salumi e carni, Formaggi, Paste e risi, Dolci e prodotti da forno, Bevande e birre, Premio speciale, Special Guest (per quest’anno: Croazia, Argentina, Grecia, Malta, Marocco, Rep. Ceca). E tra i venti selezionatissimi produttori premiati provenienti da tutta la Penisola, ben tre sono le aziende che appartengono alla provincia reggina e che sono state scelte grazie ai prodotti di grande qualità proposti anche durante il Cooking Show e durante gli altri eventi organizzati dalla Provincia. Per la categoria “Salumi e carni” è stata premiata la ‘nduja aspromontana dell’azienda Antichi Sapori d’Aspromonte di Canolo rappresentata da Laura Stilo; per la categoria “Formaggi” è stato premiato il rinomato Caciocavallo di Ciminà dell’azienda agricola Romano rappresentata da Mimmo Siciliano; il “Premio speciale” della giuria è stato attribuito alla Spremuta di Bergamotto dell’azienda I Prodotti del Casale di Africo rappresentata da Arturo Pratticò. La premiazione è avvenuta alla presenza di Paolo Massobrio e Marco Gatti del “Golosario” e di Antonella Capriotti, brand manager di “Sol & Agrifood”. Un gran finale “stellato” che premia nuovamente il territorio reggino ed i suoi paesaggi “ricchi di sapore”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Finale stellato per la Provincia di Reggio Calabria al Sol&Agrifood e Vinitaly 2014 Finale stellato per la Provincia di Reggio Calabria al Sol&Agrifood e Vinitaly 2014 ultima modifica: 2014-04-11T14:16:00+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento