Roma, pullman è in vigore il nuovo Piano cittadino

bus turistici vaticanoE’ entrato in vigore il nuovo Piano Pullman cittadino, preannunciato dal Campidoglio in relazione ai grandi eventi attesi per questo mese. In particolare l’accesso all’area vaticana è stabilito da specifiche regole che permettono un uso corretto degli spazi disponibili per la sosta, la circolazione e la fermata dei mezzi. Per gli utenti giornalieri la prenotazione obbligatoria degli stalli è richiesta nelle sole giornate di mercoledì, domenica e in occasione di eventi speciali.

Per contenere l’inquinamento atmosferico ed evitare condizioni di congestione, oltre a 90 posti nella Stazione Aurelia e 100 posti presso il Terminal Gianicolo, sono stati previsti 254 stalli al giorno, tra mattina e pomeriggio.

Inoltre, saranno inasprite le sanzioni, fino a 500 euro, per chi non rispetta le regole. I permessi disponibili saranno di tre tipi: A (giornaliero e annuale) per la circolazione e la sosta (ove consentita) in Ztl2, ovvero fuori le Mura Aureliane; B (giornaliero e annuale) per la circolazione e la sosta in Ztl1; G (giornaliero per i Grandi Eventi) per la circolazione e la sosta in Ztl2. I permessi annuali di tipo A e B potranno essere al massimo 1300.

Agevolazioni tariffarie sono state previste per chi rimane più giorni in città, al fine di incentivare una maggiore permanenza dei turisti a Roma; per chi viene nella bassa stagione, come ad esempio nel mese di agosto; per i bus muniti di pedana per i disabili. Agevolazioni anche per chi utilizza mezzi meno inquinanti: seguendo gli indirizzi in materia di sostenibilità ambientale tracciati dal nuovo PGTU, sarà applicato sconto del 20% per i pullman Euro 5 e 6, mentre i mezzi Euro 2 ed Euro 3 saranno ammessi solo se dotati di filtro antiparticolato e pagando il 15% in più.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, pullman è in vigore il nuovo Piano cittadino Roma, pullman è in vigore il nuovo Piano cittadino ultima modifica: 2014-04-07T18:04:32+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento