Napoli, Romano Contrada si è sparato un colpo di pistola in bocca

L’uomo si è suicidato a Bagnoli. Il fratello dell’ex capo del Sisde aveva 78 anni. Romano Contrada ha estratto la pistola dalla tasca e si è ucciso. Nonostante l’intervento immediato degli agenti non c’è stato nulla da fare. Il suicidio è avvenuto in viale della Liberazione a Bagnoli.

Romano Contrada è stato notato dagli agenti della Polizia seduto su un muretto. Ha estratto la pistola a tamburo che deteneva regolarmente, ha puntato la canna alla bocca e ha premuto il grilletto. Accanto al corpo ormai senza vita c’era un biglietto scritto a mano. “Sono stanco di vivere, non resisto più”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Napoli, Romano Contrada si è sparato un colpo di pistola in bocca Napoli, Romano Contrada si è sparato un colpo di pistola in bocca ultima modifica: 2014-04-07T01:22:18+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento