Polisportiva Coop Parma, mezzo secolo ben portato

“Compiere cinquant’anni e dimostrali tutti”: questo lo slogan scelto dalla Polisportiva Coop Parma per celebrare l’anniversario con una cerimonia nella sala consiliare del Municipio stipata di dirigenti, allenatori, atleti di ieri e di oggi, oltre che da tanti rappresentanti di istituzioni e mondo sportivo che hanno voluto sottolineare con la loro presenza il ruolo centrale giocato dalla società presieduta da Enrico Zurlini per la vita dello sport parmense

“Dopo cinquant’anni vissuti con passione, con costanza, con uno straordinario impegno per far crescere questa grande casa, quella famiglia nella famiglia – ha affermato l’assessore allo sport Giovanni Marani – l’incontro di oggi è il messaggio migliore per testimoniare il lavoro di chi ha saputo riconoscere nello sport un ruolo fondamentale di crescita civile e culturale a vantaggio dell’intera comunità”.

“Una società come questa – ha ricordato Enrico Zurlini, fondatore e da cinquant’anni presidente della Polisportiva – non è impresa facile da gestire. In tanti anni di lavoro abbiamo avuto i nostri problemi anche nel rapporto con le istituzioni, ma abbiamo sempre lavorato per ricucire i contrasti e superare le difficoltà. Anche grazie al sostegno di Lega Coop, che non è mai mancato, siamo qui nonostante la crisi, decisi ad andare avanti per altri 50 anni”.

“Bello vedere persone di tutte le età – ha sottolineato il presidente del Consiglio comunale Marco Vagnozzi – e soprattutto bello constatare che fate sport andando oltre lo sport e oltre la competizione. L’etica e i comportamenti parlano per vbaseball e hockeyoi”.

Apprezzamento anche dal delegato allo sport della Provincia Walter Antonini, che ha parlato di “rapporto sempre vivo e costruttivo” definendo la Polisportiva “un modello da portare ad esempio come pratica sportiva davvero per tutti”.

Il vicepresidente Giancarlo Gobbi, conduttore dell’incontro, ha quindi illustrato il fitto programma per celebrare questo anniversario particolare, che ci accompagnerà fino alla fine del 2014.

Dopo il saluto del Sindaco Federico Pizzarotti, si è proceduto alla distribuzione delle targhe di riconoscimento a 24 fra dirigenti, allenatori e atleti di calcio, atletica, nuoto, pallanuoto, ginnastica artistica, volley, pesca (tutte discipline attualmente praticate) e anche di , che hanno accompagnato per lungo tempo il cammino della Polisportiva Coop.

Le targhe, con la scritta “Lo sport ha il potere di cambiare il mondo (Nelson Mandela)” sono state quindi consegnato dal sindaco, dagli assessori Marani e Antonini e dai dirigenti sportivi e ospiti presenti.

Fra i premiati Stefano Pioli (assente perché a Parigi) che nei campi della Coop ha dato i primi calci al pallone. Un riconoscimento particolare (“alla carriera”) è andato a alla segretaria Danioela Barezzi, al gestore del campo “Gandolfi” di via Reggio (un omaggio alla tenacia la manutenzione del campo in golena) Paolo Dardari, e ovviamente all’acclamatissimo e commosso presidente Enrico Zurlini. Le celebrazioni si sono chiuse con una foto collettiva al centro della sala consiliare.

9 su 10 da parte di 34 recensori Polisportiva Coop Parma, mezzo secolo ben portato Polisportiva Coop Parma, mezzo secolo ben portato ultima modifica: 2014-03-31T01:41:23+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento