A Technotown arriva il Planetario gonfiabile

In attesa della riapertura del Planetario e Museo Astronomico di Roma Capitale – temporaneamente chiusi per lavori di ristrutturazione e riqualificazione – la programmazione di spettacoli dal vivo e osservazioni astronomiche del museo di piazza Agnelli riprende a Technotown, la ludoteca di Villa Torlonia, dove è allestito il Planetario gonfiabile, riproduzione itinerante della grande Cupola dell’Eur. Ripartono così tanti sorprendenti viaggi alla scoperta della volta celeste dedicati a piccoli astronomi, studenti e famiglie.

Alla presentazione del progetto e dell’offerta ludico-didattica del Planetario è intervenuta l’assessore alla Scuola, Infanzia, Giovani e Pari Opportunità, Alessandra Cattoi. Hanno partecipato, tra gli altri, Claudio Parisi Presicce, sovrintendente Capitolino ai Beni Culturali e Albino Ruberti, amministratore delegato Zètema Progetto Cultura.

Dal martedì al venerdì mattina saranno proposti spettacoli riservati alle scuole; nei pomeriggi settimanali e per l’intero fine settimana in programma appuntamenti per “apprendisti astronomi” di ogni età: L’Universo in Miniatura, Le Stagioni del Cielo, I Buchi Neri, Mostri nello Spazio, Storia di Una Stella, Il Cielo del Mese, Verso Mondi Lontani e Profondo Cielo.

Ai tre percorsi tematici di Technotown (Ciak si gioca, Forza della natura e Roba da Robot) si aggiunge un percorso stellare “Viaggio Nello Spazio” che permetterà ai curiosi del cielo, di navigare in 3D nel cosmo, osservando da vicino gli anelli di Saturno, gli asteroidi, fino a passeggiare sulla Luna.

Per i più piccoli una serie di spettacoli astronomici, dai miti delle costellazioni ai pianeti, dalla vita delle stelle ai corpi celesti, anche in compagnia dal famoso Dottor Stellarium, l’astronomo-cartoon beniamino dei bambini.

I viaggi alla scoperta della volta celeste, saranno proposti anche in altri spazi culturali di Roma, a confermare la sinergia tra le diverse istituzioni scientifiche e culturali di Roma Capitale. Una prima “invasione celeste” fuori da Technotown, con trasferimento e installazione temporanea del Planetario gonfiabile, è prevista già nel mese di aprile: mercoledì 2, la cupola mobile atterrerà al Teatro Tor Bella Monaca, una struttura che fa parte del Sistema Casa dei teatri e della Drammaturgia Contemporanea, gestito da Zètema Progetto Cultura con la direzione di Emanuela Giordano.

“C’è stata una grande volontà da parte dell’amministrazione di non lasciare che uno strumento bello e costruttivo come il Planetario non restasse inattivo a causa della sua chiusura – ha commentato l’assessore alla scuola, Alessandra Cattoi – e l’iniziativa di oggi va proprio in questa direzione: dar modo alle ragazze e ai ragazzi di continuare ad avvicinarsi al mondo della scienza con grande entusiasmo. Technotown è un luogo molto importante per le nuove generazioni, e il continuo ricambio di progetti e iniziative fa sì che le bambine e i bambini ci tornino più volte volentieri”. L’assessore Cattoi ha inoltre espresso l’intenzione di “estendere la possibilità di osservare le stelle anche dal vivo”, ad esempio si potrebbe osservare il cielo nelle ore notturne durante i campi scuola, specialmente nelle località montane.

L’assessore alla Cultura, Flavia Barca, dal suo canto ha affermato: “Il Planetario di Roma, in attesa della riapertura dopo i lavori di messa a norma, vive nella città in altra forma. Uno spazio che lega armoniosamente tecnologia,gioco e apprendimento pensando a i fruitori del futuro: i bambini e le loro famiglie. E’ un Viaggio nell’astronomia che qui possono compiere attraverso una ricca programmazione. Continueremo a lavorare come Assessorato alla Cultura per far sì che i tanti spazi di Roma Capitale siamo sempre più fruibili per romani e turisti”.

Le attività del Planetario sono promosse da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica in collaborazione con Zètema Progetto Cultura.
Il cartellone degli spettacoli e il percorso tematico Viaggio Nello Spazio sono ideati e realizzati da Gabriele Catanzaro, Giangiacomo Gandolfi, Stefano Giovanardi e Gianluca Masi, astronomi di Zètema Progetto Cultura.

Il programma dettagliato delle attività su www.technotown.it e www.planetarioroma.it.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento