Milano, Parco Lambro il campo da rugby sarà intitolato a Cesare Ghezzi

Cesare GhezziSarà intitolato all’ex capitano della Nazionale italiana Cesare Ghezzi il campo da rugby comunale a fruizione libera situato all’interno del Parco Lambro. Lo ha deciso la Giunta di Palazzo Marino, accogliendo una proposta del Consiglio di Zona 3 “in considerazione – si legge nella delibera – di una personalità che ha dato lustro a Milano e al rugby nazionale, incarnando il concetto di sport come fondamentale strumento di formazione delle giovani generazioni, di coesione sociale e di benessere”.

Questi valori sono ben rappresentati dalla vita e dalla carriera sportiva di Cesare Ghezzi, milanese (5 marzo 1909–19 marzo 1996), mediano di mischia negli anni ’30 e ’40, capitano della Nazionale di rugby, allenatore e dirigente nella massima divisione.

Dal 1956 è stato fondatore e presidente della società Chicken Rugby Milano, promotore del rugby educativo in Italia. La sua figura è quella di un formatore che ha cresciuto generazioni di sportivi e che tuttora incarna l’idea di sport come fattore di coesione sociale.

“È significativo che, dopo quello di Trenno, il nuovo campo da rugby a fruizione libera realizzato dal Comune di Milano – ha spiegato l’assessora allo Sport Chiara Bisconti – venga intitolato a un campione nella vita e nello sport, capace di trasmettere e insegnare questa sua passione a centinaia di giovani di ogni condizione fisica e sociale. Era convinto che da ogni ragazzo si potesse e si dovesse ‘tirare fuori un giocatore e un uomo’: per questo mi piace pensare che sul campo del Parco Lambro, perfetto per la pratica del rugby educativo, in tanti possano crescere e diventare, insieme, giocatori e uomini ”.

L’intitolazione del campo da rugby di via Licata, nel Parco Lambro, avverrà il prossimo 12 aprile.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, Parco Lambro il campo da rugby sarà intitolato a Cesare Ghezzi Milano, Parco Lambro il campo da rugby sarà intitolato a Cesare Ghezzi ultima modifica: 2014-03-28T17:35:29+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento