Dignità nel lavoro. Strumenti per il futuro, sabato 15 marzo convegno a Palazzo Vecchio

Ritorna l’annuale convegno sul lavoro sereno organizzato dalle associazioni Gli Amici di Daniele Onlus e AdAtta, con il patrocinio del Comune di Firenze. Sabato 15 marzo, dalle 9 il Salone de’ Dugento in Palazzo Vecchio ospiterà “Dignità nel lavoro. Strumenti per il futuro” . L’iniziativa è stata presentata questa mattina dal presidente della commissione Sanità Servizi sociali Maurizio Sguanci (Pd) insieme alla presidente dell’associazione Gli Amici di Daniele Alba Giovannetti.
“Mai come in questo momento – ha spiegato il presidente Sguanci- iniziative come queste sono importanti. Prevenire e affrontare il disagio e le conseguenze che ne derivano in modo tempestivo è l’obiettivo. Grazie agli sportelli “Lavoro Sereno” attivi dal 2009 presso i Quartieri, le persone in difficoltà e di conseguenza le loro famiglie possono trovare un supporto e una mano che li accompagna nel doloro percorso che si apre quando si perde il lavoro”
L’Associazione Amici di Daniele è nata nel 2007, in memoria di Daniele Da Col, per aiutare le persone che vivono situazioni di disagio lavorativo a prevenire i danni alla salute che ne derivano. La crisi di questi anni ha aumentato le condizioni di disagio e le patologie correlate come ansia, insonnia, malattie psicosomatiche, sindromi depressive, abuso di psicofarmaci, con le inevitabili conseguenze negative nelle relazioni, sul lavoro e in famiglia. Per rispondere a queste richieste di aiuto a Firenze sono stati istituiti gli sportelli “Lavoro Sereno”, attivi sul territorio comunale, dove operatori qualificati accolgono le persone in totale riservatezza per dare informazioni, sostegno psicologico e orientamento. L’obiettivo del servizio, totalmente gratuito, è rafforzare le capacità della persona di affrontare le difficoltà e accompagnarla nel recupero di un rapporto più sereno con se stessa e con gli altri, nel lavoro e in famiglia. Gli interventi vanno dal sostegno psicologico individuale o in gruppo alla mediazione con l’azienda o ente di appartenenza, dall’assistenza medico-legale e legale alla valutazione delle competenze e definizione di una strategia di ricollocazione lavorativa.
Tornando al convegno, l’appuntamento vuole essere non solo opportunità di confronto tra esperti di varie discipline e del mondo del lavoro e ma anche l’occasione per definire gli strumenti per affrontare e alleviare il disagio lavorativo e le misure per favorire il benessere all’interno delle aziende e nella società. Al centro della riflessione anche gli effetti psicologici dell’incertezza lavorativa e di come gli Sportelli Lavoro Sereno adeguino i propri servizi alle esigenze di chi si ammala per il lavoro che c’è o per quello che non c’è o per la sua precarietà. E soprattutto lo stress e le azioni che le aziende ed enti possono attuare per valutarli, contenerli e prevenirli. Dopo i saluti dell’amministrazione, interverranno la presidente di Gli Amici di Daniele Alba Giovannetti, Luciano Di Gregorio, psicologo e psicoterapeuta, e Lorenzo Lucidi psicologo del lavoro. A concludere la prima sessione, in programma i contributi di Ferdinando Pellegrini, psichiatra e psicoterapeuta, e Stefano Pighini ricercatore precario.
Dopo il break, sarà la volta di Luigi Carpentiero medico del lavoro dell’Asl di Firenze, di Nunzia Pandoli consulente risorse umane e organizzazione (Associazione AdAtta), di Laura Belloni del CRRCR (Centro di Riferimento Regionale sulle Criticità Relazionali) e di Sara Tommasiello responsabile risorse umane Monnalisa spa.
Per iscrizioni inviare i propri dati all’indirizzo email eventi.adatta@gmail.com
Per informazioni 055/580858 e www.gliamicididaniele.it.

9 su 10 da parte di 34 recensori Dignità nel lavoro. Strumenti per il futuro, sabato 15 marzo convegno a Palazzo Vecchio Dignità nel lavoro. Strumenti per il futuro, sabato 15 marzo convegno a Palazzo Vecchio ultima modifica: 2014-03-13T19:15:28+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento