Giudici di Pace, accolte le richieste del Trentino Alto Adige

giustiziaIl ministro della Giustizia Andrea Orlando ha firmato ieri il decreto che dispone il mantenimento di 285 uffici del Giudice di Pace a seguito della recente riforma delle circoscrizioni giudiziarie. Per quanto riguarda il Trentino-Alto Adige, il Ministero ha accolto le richieste avanzate dalla Regione di mantenere 7 sedi non circondariali per il Trentino, ovvero quelle di Riva del Garda, Borgo Valsugana, Cavalese, Cles, Mezzolombardo, Pergine Valsugana e Tione e 6 sedi non circondariali per l’Alto Adige, quelle di Bressanone, Brunico, Egna, Merano, Silandro e Vipiteno e di accorpare le sedi di Malè e Fondo a Cles, Fiera di Primiero a Borgo Valsugana, Caldaro ad Egna, Chiusa a Bressanone e Monguelfo a Brunico. Gli uffici dei Giudice di Pace di Bolzano, Trento e Rovereto, non erano interessati dalla riforma in quanto sedi circondariali. Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto diverrà operativo, tuttavia le sedi accorpate chiuderanno definitivamente dopo lo svolgimento delle udienze precedentemente fissate e al più tardi entro 6 mesi.

9 su 10 da parte di 34 recensori Giudici di Pace, accolte le richieste del Trentino Alto Adige Giudici di Pace, accolte le richieste del Trentino Alto Adige ultima modifica: 2014-03-12T08:52:39+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento