Napoli, agguato ai Colli Amenei morto Domenico Raffone, ferito Mario Lo Russo

Killer spietati in azione. Prima ad Afragola poi nel capoluogo campano. A Napoli si registra un morto e un ferito ai Colli Aminei, al confine tra l’Arenella, Capodimonte e Miano. L’obiettivo era Mario Lo Russo, fratello di Salvatore, boss del clan dei Capitoni di Miano. A morire è stato il suo guardaspalle.

I sicari sono entrati in azione all’interno del Parco Matteotti, che si trova al civico 141 di viale Colli Aminei. Mario Lo Russo era a bordo di uno scooter guidato dal suo guardaspalle, Domenico Raffone, che è morto sul colpo dopo essere stato raggiunto da numerosi colpi al volto e al torace.

Molti colpi esplosi dai sicari hanno anche infranto i vetri dei lunotti di due macchine in sosta, segno della furiosa sparatoria. A terra è rimasto il corpo di Raffone, mentre il ferito Mario Lo Russo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Cardarelli con ferite di arma da fuoco all’addome. Non dovrebbe essere in pericolo di vita.

Tra le ipotesi investigative c’è quella che riporta alla faida in atto al Rione Sanità e che vede opposto il gruppo criminale dei Savarese a quello dei Lo Russo per il controllo delle piazze dello spaccio di droga.

9 su 10 da parte di 34 recensori Napoli, agguato ai Colli Amenei morto Domenico Raffone, ferito Mario Lo Russo Napoli, agguato ai Colli Amenei morto Domenico Raffone, ferito Mario Lo Russo ultima modifica: 2014-03-09T02:49:35+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento