Derivati Milano, sentenza conferma validità accordo Comune-banche

“La sentenza sui derivati emessa oggi dal Tribunale di Milano conferma la validità della scelta del Comune di Milano di stipulare un accordo extragiudiziale con le banche, un accordo che non viene in nessun modo modificato dalla decisione di oggi”.

Lo afferma il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia commentando la decisione di oggi del Tribunale di Milano sui derivati.

“Nel marzo del 2012, infatti, il Comune di Milano ha siglato con DepfaBankPlc., DeutscheBank AG, JPMorgan Chase Bank, N.A., UBS Limited, J.P. Morgan Securities Ltd e UBS Italia Sim S.p.A. un accordo che ha consentito al Comune entrate pari a 455 milioni di euro da qui al 2035 , di cui 40 già incassati nel 2012. A ciò si aggiungeranno per l’intero periodo, a favore del Comune, gli interessi attivi su tali somme. L’operazione ha consentito anche lo smobilizzo di 80 milioni di euro, prima vincolati in un fondo rischi proprio sui derivati “.

“Chi ha criticato l’accordo del 2012 dovrebbe invece ringraziare questa Amministrazione che non solo ha posto fine, come avevo già affermato allora, a un contenzioso iniziato anni prima, ma ha anche trovato una soluzione economicamente vantaggiosa indipendentemente dall’esito del processo penale. Abbiamo tutelato al meglio gli interessi del Comune e dei milanesi”, ha concluso il Sindaco.

9 su 10 da parte di 34 recensori Derivati Milano, sentenza conferma validità accordo Comune-banche Derivati Milano, sentenza conferma validità accordo Comune-banche ultima modifica: 2014-03-07T18:43:18+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento