Firenze, Festa della donna un mese tutto al femminile

La mimosa, i libri, i film, i centri anti-violenza, l’ingresso gratuito ai musei comunali, una gara di cosa su strada: c’è proprio di tutto nella festa. Eppure l’otto marzo è anche un modo per tornare ad accendere i riflettori sulle battaglie che le donne non hanno ancora vinto, come quella del lavoro, dell’economia e della parità reale di diritti e doveri. Ci provano ad esempio l’assessorato alle pari opportunità insieme alla commissione pari opportunità (insieme a tutta una serie di enti, associazioni e gruppi femminili) che hanno deciso di non racchiudere le iniziative nella sola giornata dell’otto marzo.
Il fitto calendario di iniziative durerà un mese intero: si è cominciato sabato scorso alla bibilioteca delle Oblate con la presentazione del libro ‘La faccia del prisma’ di Anna Macchioni, si finirà il 29 marzo (con inizio alle 17) alla libreria delle donne di via Fiesolana con l’inaugurazione della mostra fotografica ‘Percorsi letterari nella toponomastica femminile’
«È una scelta politica – ha spiegato l’assessora alle pari opportunità Cristina Giachi – perché riteniamo giusto dare visibilità al pensiero delle donne non solo nel giorno in cui tradizionalmente si celebra la festa della donna».
«Festa della Donna un giorno speciale – ha rilevato la presidente della commissione pari opportunità Maria Federica Giuliani – perché richiama tutti e pone all’attenzione l’impegno per una cultura davvero di genere e di rispetto, di cui l’8 marzo è il manifesto».
Nel programma degli eventi organizzati per l’8 marzo l’iniziativa alle ore 9.30 al cinema Odeon ‘Donne e lavoro: mimose? No grazie!’ riservata agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado con la proiezione del film ‘Tomboy’ di Céline Sciamma; la presentazione al Caffè Letterario Le Murate (piazza delle Murate, con inizio alle 12) del libro ‘Passo dopo passo’ di Carla Fracci; la conferenza in Palazzo Vecchio (Salone dei Duecento, ore 16.30) ‘Che cosa festeggiano le donne? Organizzata da Anita Norcini Tosi con interventi dell’assessora Giachi, della presidente della commissione pari opportunità Maria Federica Giuliani, della vicepresidente della Regione Stefania Saccardi; la presentazione (alle 18 alla biblioteca delle Oblate in via dell’Oriuolo) del libro ‘I virus non aspettano. Avventure, disavventure e riflessioni di una ricercatrice globetrotter’ di Ilaria Capua.
Alle 16 infine, alla stadio di atletica ‘Bruno Betti’ in via del Filarete la 29ª edizione della gara di corsa su strada Rosamimosa organizzata dal Gs Le Torri in collaborazione con la Prosport atletica Firenze, il Quartiere 4 e Uisp sportpertutti.
«Non basta un otto marzo qualsiasi per riflettere e festeggiare – ha proseguito l’assessora Giachi – ma c’è da incontrarsi, da fare, da discutere e da divertirsi per un mese. Sempre sperando che non debbano più esserci giornate della donna o discussioni sui problemi delle donne in quanto tali, semplicemente perché saranno finite le discriminazioni di genere».
L’8 marzo ci sarà l’ingresso gratuito per le donne in tutti i musei civici fiorentini.

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze, Festa della donna un mese tutto al femminile Firenze, Festa della donna un mese tutto al femminile ultima modifica: 2014-03-04T18:22:13+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento