A Bibbona il Comune vecchio diventa vetrina d’agricoltura e cultura

Il comune vecchio di Bibbona, un edificio storico del Seicento, diventa con l’aiuto anche della Regione uno spazio per la cultura e la valorizzazione delle attività agricole del territorio. L’inaugurazione c’è stata stamani. Con il sindaco Fiorella Marini c’era, per la giunta toscana, l’assessore Gianfranco Simoncini.

“In tempi come quelli che viviamo recuperare e restaurare un bene del patrimonio culturale è una scelta coraggiosa e impegnativa – sottolinea Simoncini – ma è anche una scelta in linea con quanto come Regione stiamo portando avanti”. “Valorizzare il patrimonio culturale è qualcosa meritevole di per se stesso e che può aiutare il turismo. Utilizzare quello spazio come luogo di incontri e per la promozione dei prodotti agricoli è un valore aggiunto, di sostegno allo sviluppo economico e di aiuto di nuovo ad un turismo che, in Toscana, spesso si lega ad agricoltura ed enogastronomia”.

Il restauro delle ex sede del Comune di Bibbona, in provincia di Livorno, è costata 1 milione e 80 mila euro. La Regione Toscana ha contribuito per 603 mila euro.

9 su 10 da parte di 34 recensori A Bibbona il Comune vecchio diventa vetrina d’agricoltura e cultura A Bibbona il Comune vecchio diventa vetrina d’agricoltura e cultura ultima modifica: 2014-03-01T17:49:48+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento