Pisa, un robot prende il posto della badante

La Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa ha presentato presso l’incubatore di Peccioli i tre sistemi robotici avanzati, integrati alla perfezione in ambienti intelligenti, in grado di cooperare e interagire, destinati a migliorare la vita degli anziani. Robot Era si concluderà nel 2015 e, accanto alla Scuola Sant’Anna, è forte e continuo il coinvolgimento di un gruppo di lavoro interdisciplinare, composto da università, centri di ricerca, servizi sociali, aziende sanitarie toscane, piccole e medie aziende, grandi imprese ed enti pubblici. Tra loro anche l’associazione Neurocare di Pisa, i cui rappresentanti hanno integrato il gruppo dei 70 anziani della provincia di Pisa che hanno testato i robot. Sono state realizzate tre piattaforme robotiche capaci di operare in altrettanti scenari: domestici, condominiali ed esterni. Il robot domestico agisce in casa e offre molti servizi. Quello condominiale invece fornisce prevalentemente servizi di sorveglianza e di trasporto, mentre quello da impiegare fuori casa si muove con agilità attraverso le strade cittadine per ritirare acquisti o per gettare l’immondizia o aiutare gli anziani a passeggio.

9 su 10 da parte di 34 recensori Pisa, un robot prende il posto della badante Pisa, un robot prende il posto della badante ultima modifica: 2014-02-28T02:01:31+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

1 commento per “Pisa, un robot prende il posto della badante

Lascia un commento