Padova, gli studenti dello Scalcerle campioni mondiali di robotica

campioni_robotica_Scalcerle“La scuola italiana ha potenzialità straordinarie. I vostri risultati dimostrano che tra gli studenti ci sono qualità e competenze di livello mondiale”. Così il sindaco reggente Ivo Rossi nel complimentarsi con gli studenti dell’istituto Scalcerle campioni del mondo di robotica. “La ricerca e la formazione devono essere i cardini su cui si regge anche il nostro futuro e voi siete il nostro futuro come avete dimostrato con questa vittoria raggiunta grazie alle competenze e alla vostra capacità di trovare una soluzione creativa, di usare il pensiero laterale. Padova è la città della scienza e voi dimostrate che quella scientifica è una scuola, un humus che fa crescere ottimi progetti. Contiamo di poter coinvolgere aziende che investano nella scuola e sulla potenzialità che studenti come voi rappresentano” ha aggiunto il sindaco.

Il 30 giugno 2013 l’istituto Scalcerle è diventato Campione Mondiale di Robotica categoria SuperTeam (Rescue U19) dopo essersi classificato nuovamente campione italiano. Il Campionato Mondiale di RoboCup che si è svolto a Eindhoven (Olanda), è la più importante manifestazione al mondo di robotica cui partecipano migliaia di persone a diversi livelli: dalle scuole di base fino agli istituti di ricerca universitari e aziende.

“Abbiamo realizzato un robot che doveva simulare il salvataggio di una vittima in caso di calamità. Il nostro robot a superato le difficoltà previste, abbiamo vinto e la felicità è stata grande” hanno detto i campioni.

La squadra dell’istituto padovano, accompagnata dalla prof. Gabriella Maimone e dal prof Mario Colombo, era composta da: Andrea Capone, Giulia Callegaro e Federico Toson della 3I; Giovanni De Angeli e Davide Squarcina della 4H.

9 su 10 da parte di 34 recensori Padova, gli studenti dello Scalcerle campioni mondiali di robotica Padova, gli studenti dello Scalcerle campioni mondiali di robotica ultima modifica: 2014-02-26T18:00:37+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento