Verso Francia 2016, Italia pesca Croazia, Norvegia, Malta, Azerbaigian e Bulgaria

La Nazionale è stata inserita nel gruppo H con Croazia, Norvegia, Malta, Azerbaigian e Bulgaria, già affrontata nel girone di qualificazione ai Mondiali 2014. Si tratta del sorteggio per i gironi di qualificazione ad Euro 2016 in programma in Francia. Questo il quadro complessivo.

GRUPPO A – Olanda, Repubblica Ceca, Turchia, Lettonia, Islanda, Kazakistan

GRUPPO B – Bosnia Erzegovina, Belgio, Israele,  Galles, Cipro, Andorra

GRUPPO C – Spagna, Ucraina, Slovacchia,  Bielorussia, Macedonia, Lussemburgo

GRUPPO D – Germania, Irlanda, Polonia, Scozia, Georgia, Gibilterra

GRUPPO E – Inghilterra, Svizzera, Slovenia, Estonia, Lituania, San Marino

GRUPPO F – Grecia, Ungheria, Romania, Finlandia, Nord Irlanda, Far Oer

GRUPPO G – Russia, Svezia, Austria, Montenegro, Moldova, Liechtenstein

GRUPPO H – ITALIA, Croazia, Norvegia, Bulgaria, Azerbaigian, Malta

GRUPPO I – Portogallo, Danimarca, Serbia,  Armenia, Albania

In Francia andranno le nove squadre vincitrici dei gironi, le nove squadre seconde classificate e la migliore terza, mentre le altre otto squadre terze classificate disputeranno gli spareggi per determinare le rimanenti quattro squadre ammesse alla fase finale del torneo. Le nazionali sono state divise in fasce in base al coefficiente Uefa e l’Italia è stata inserita in prima fascia.

Tra le novità la “Settimana del calcio” che prevede la disputa delle gare di qualificazione ogni giorno dal giovedì al martedì. In qualità di paese ospitante la Francia avrà di diritto un posto nella fase finale del torneo, ma durante le qualificazioni disputerà amichevoli contro squadre del gruppo di qualificazione formato da cinque contendenti.

9 su 10 da parte di 34 recensori Verso Francia 2016, Italia pesca Croazia, Norvegia, Malta, Azerbaigian e Bulgaria Verso Francia 2016, Italia pesca Croazia, Norvegia, Malta, Azerbaigian e Bulgaria ultima modifica: 2014-02-23T12:20:12+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento