Luciano Busdraghi al Dàn Kafè di Cecina

Il prossimo Venerdì 21 febbraio alle ore 18.00 presso il Dàn Kafé in Via Leonardo Da Vinci n° 3/5, si svolgerà l’interessante conferenza relativa all’influenza della cultura di Atlantide sulla civiltà etrusca di Luciano Busdraghi dal titolo:“Gli Atlantidei e gli Etruschi”. Secondo Dott. Luciano Busdraghi, si apre una “nuova strada per individuare il percorso storico del popolo etrusco”. Botanista, specializzato in storia antica e presidente dell’associazione Marco Polo, e del GIAN sezione Gran Pino, attraverso la conferenza di venerdì prossimo, ricostruirà le trame del possibile, nelle vie non percorse della nostra storia. Come spiegano i curatori dell’iniziativa, l’interfaccia è vertiginoso, ed è tra due delle civiltà antiche tra le più enigmatiche per la stessa chiave di svolta del passato: Atlantide e gli Etruschi. Nella regione etrusca per eccellenza, a cominciare da un inedito approccio alla lettura dei rapporti tra greci, troiani ed etruschi, il conferenziere, facendo riferimento agli studi più recenti di Heinrich Schliemann, Charroux, Zanker, Hancock, ma anche alle leggende “concrete” di Omero, Platone, Tucidide, Virgilio, invita ad un viaggio teorico, orchestrato dalla logica non lineare, nei misteri circolari custoditi nei millenni “recenti”. Ma gli incontri con Busdraghi, non finiscono qui, infatti, dal teorico all’empirico, il 1 e 2 marzo 2014, sarà in programma, sempre con Luciano Busdraghi, anche un’escursione alla scoperta delle più importanti e significative necropoli etrusche dell’alto Lazio: Tarquinia e Cerveteri, due siti che apriranno le porte di un mondo e di una cultura ancora in parte da scoprire. Appuntamenti da non perdere che ci faranno scoprire altri alti di questi misteriosi popoli del passato.
Maurizio Piccirillo

9 su 10 da parte di 34 recensori Luciano Busdraghi al Dàn Kafè di Cecina Luciano Busdraghi al Dàn Kafè di Cecina ultima modifica: 2014-02-19T08:10:53+00:00 da Maurizio Piccirillo
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento