Milano, un nuovo albergo in Ripa di Porta Ticinese 83

Ampliare l’offerta di strutture ricettive a basso costo in città, per favorire il soggiorno di giovani e famiglie in vista di Expo 2015. Questo l’obiettivo del provvedimento approvato dalla Giunta, con le linee guida per la concessione e la riqualificazione dello stabile comunale di Ripa di Porta Ticinese 83 (foto a lato) in struttura ricettiva low cost che sarà assegnata con bando.

“Formula low cost non significa necessariamente basso profilo – spiega l’spiega l’assessore al Commercio, Attività produttive, Marketing territoriale e Turismo Franco D’Alfonso -: Non solo l’esperienza dei viaggi aerei, ma anche la diffusione in tutti i Paesi europei degli alberghi low coste l’impegno di grandi gruppi nel settore dell’ospitalità dimostrano che è possibile coniugare offerta ricettiva di qualità con un livello contenuto dei prezzi”.

“Una richiesta di accoglienza low cost – ha concluso D’Alfonso – confermata anche dai dati sul turismo in città, che vedono la fascia dai 19 ai 30 anni pari al 30% del totale, a fronte dell’70% di visitatori di età superiore, mentre gli under 19 sono solo il 6%”.

Un provvedimento utile a colmare una grave carenza per quanto riguarda la ricettività low cost  rivolta alle categorie di turisti con minore capacità di spesa. Infatti, a fronte di circa 48.000 posti letto negli alberghi a 3, 4 e 5 stelle sul territorio comunale, sono solo poco più di 11.000 quelli presenti in strutture a 1 e 2 stelle e nel comparto dell’extralberghiero. Dati confermati anche dalle rilevazioni del primo semestre 2013 dell’Osservatorio Provinciale del Turismo, che vede nelle 473 strutture presenti sul territorio comunale (tra alberghi 1, 2 stelle, ostelli per la gioventù, bed & breakfast, alloggi in affitto e case per ferie) 6.475 camere, per un totale di 11.758 posti letto disponibili. Queste strutture, peraltro, fanno segnare un numero medio di 3,65 giorni di pernottamento, a fronte di 2,19 giorni negli alberghi a 4 e 5 stelle.

Lo stabile con una superficie lorda di 2.300 mq il cui il corpo “nobile” si affaccia sul Naviglio, sarà dato in concessione per un durata massima di 50 anni. Sono già 18 i progetti pervenuti all’Amministrazione a seguito della manifestazione d’interesse avviata lo scorso mese di giugno.

Il provvedimento per lo spazio di Ripa di Porta Ticinese 83 implementa le azioni della Giunta a favore della ricettività low cost e si aggiunge al recente stanziamento di 250 mila euro per interventi volti a migliorare, dal punto di vista qualitativo e quantitativo, la ricettività dell’Ostello Rotta (foto sotto) di via Martino Bassi 2.

Il contributo del Comune si è reso necessario per l’impossibilità, da parte dell’Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù-Comitato regionale Lombardo, di procedere con la seconda fase dei lavori nell’Ostello. La prima fase, terminata nel 2011, ha visto l’ammodernamento di 24 camere a 2, 3, 4 letti con servizi privati e dell’intera area di 700 mq al terzo piano, il rifacimento di tutti gli impianti elettrici e dei servizi ausiliari per l’accessibilità e la fruizione della struttura anche da parte delle persone con disabilità. Grazie a questo stanziamento del Comune, quindi, l’Ostello di via Martino Bassi sarà in grado di continuare ad accogliere i propri ospiti con servizi ad elevato standard di qualità, efficienza e risparmio garantiti dal marchio Hostelling International.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, un nuovo albergo in Ripa di Porta Ticinese 83 Milano, un nuovo albergo in Ripa di Porta Ticinese 83 ultima modifica: 2014-02-14T18:50:14+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento