Genova, Agenzia della Casa si rinnova per rispondere al disagio abitativo

A Palazzo Tursi Elena Fracassi, assessore alle Politiche Sociosanitarie e della Casa, ha presentato   le esperienze e i dati raccolti dall’Agenzia sociale per la casa, lo strumento, voluto dal Comune di Genova per  incentivare l’immissione di un più alto numero di alloggi sul mercato privato delle locazioni, dopo la fase sperimentale durata un triennio.

“La  sua mission specifica e prioritaria –  ha esordito l’assessore –  è stata e rimane l’intermediazione, fornita per agevolare l’accesso alle locazioni abitative sul mercato privato. Tuttavia,  l’Agenzia sociale per la casa, che in questi anni ha dovuto confrontarsi con la crescita esponenziale dell’emergenza abitativa, si è spinta anche a progettare e ad attivare strumenti di “mediazione alloggiativa” sempre più mirati a favorire la mobilità sul mercato della locazione.”

“Per questo – ha proseguito Elena Fracassi – l’Agenzia si prefigge azioni volte a sostenere l’inquilino, coniugando efficienza economica e finalità solidaristiche, come la possibilità di concedere agevolazioni per il pagamento delle spese vive del nuovo alloggio, sostegno per le spese di trasloco o per quelle relative agli allacci delle utenze e altro”.

Nei confronti dei conduttori l’Agenzia sociale per la casa svolge azioni dirette a prevenire la morosità o attenuare gli effetti di una morosità incolpevole, favorendo la mobilità di chi si trova in una momentanea difficoltà verso un alloggio a canone più contenuto, nell’ambito dell’offerta complessiva e senza danno per il proprietario. A tutela dei proprietari che si rivolgono all’Agenzia, è attivo il Fondo per la morosità che li garantisce per un anno di affitto.

“Si tratta di una politica di orientamento dell’inquilino e del proprietario per facilitare l’accesso alla casa – ha concluso l’assessore Fracassi – e far conoscere i diritti e le possibilità esistenti, in un momento in cui il disagio abitativo rappresenta un’emergenza nazionale.”

L’Agenzia sociale per la casa vuole promuovere la stipula di contratti di locazione a canone concordato 3+2 previsti dalla Legge 431/1998, in città e nei Comuni del territorio genovese che aderiscono all’iniziativa.

All’Agenzia sociale per la casa possono rivolgersi:

  • inquilini con un reddito certo nel caso in cui l’incidenza del canone di locazione non supera il 30% del reddito
  • proprietari per informazioni su vantaggi dell’affitto a canone concordato, Fondo per la morosità e  nominativi di possibili inquilini con i requisiti richiesti.

Agenzia per sociale per la Casa
Matitone
via di Francia 1
19° piano
orario
martedì e giovedì dalle 9 alle 12.30
tel. 010 557 3155  – 3553  – 3417
fax 010 5573588
e-mail agenziacasa@comune.genova.it.

9 su 10 da parte di 34 recensori Genova, Agenzia della Casa si rinnova per rispondere al disagio abitativo Genova, Agenzia della Casa si rinnova per rispondere al disagio abitativo ultima modifica: 2014-02-08T19:35:53+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento