Poggio Renatico, la vigilessa leccese Alessandra Accoto si uccide con la pistola d’ordinanza

Un suicidio a quanto pare legato alla caduta in un profondo stato depressivo dopo la morte della madre nel Salento. La donna di 34 anni ha impugnato la pistola d’ordinanza, l’ha puntata alla tempia e ha premuto il grilletto.

La suicida è Alessandra Accoto, 34 anni, agente di polizia municipale in servizio a Poggio Renatico. Era originaria di Poggiardo nel Leccese. Assunta nel novembre 2012, abitava da sola in un appartamento in centro a Poggio Renatico.

Lascia un commento