Padova, la crisi toglie il sorriso Giovanni Zampieri si suicida gettandosi dal decimo piano del monoblocco

L’uomo si è suicidato ieri mattina buttandosi dal decimo piano dell’ospedale cittadino. Si chiamava Giovanni Zampieri, 55 anni, di Due Carrare, e gestiva una pompa di benzina in città, in via Gattamelata. Prima di farla finita ha scritto in un biglietto “la crisi mi ha tolto il sorriso”, trovato dalla polizia nell’area di servizio. Quindi ha lasciato il posto di lavoro, ha raggiunto il decimo piano dell’ospedale, e dopo aver aperto una piccola finestra della sala d’aspetto è si è gettato nel vuoto.  Per l’uomo non c’è stato nulla da fare. I sanitari del Suem 118, accorsi immediatamente, non hanno potuto che costatarne il decesso.

Ieri mattina, prima di salire al decimo piano dell’ospedale, il 55enne aveva chiamato il suo dipendente per dirgli che andava in ospedale a farsi degli esami. Una scusa per poter agire indisturbato. L’uomo, molto noto in città e titolare di un’area di servizio ha lasciato la moglie e tre figli.

Sulla vicenda sta indagando la polizia di Padova. Resta da accertare se, e in che modo, la situazione di difficoltà economica sia stata alla base del suicidio.

9 su 10 da parte di 34 recensori Padova, la crisi toglie il sorriso Giovanni Zampieri si suicida gettandosi dal decimo piano del monoblocco Padova, la crisi toglie il sorriso Giovanni Zampieri si suicida gettandosi dal decimo piano del monoblocco ultima modifica: 2014-02-06T12:21:09+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento