Taranto, un quintale di cozze nere alla diossina

Prelevate dal primo seno del mar Piccolo dove vige il divieto di allevamento e commercializzazione per una presenza oltre i limiti di diossina e Pcb (Policolorobifenili). E’ stato sequestrato dalla Guardia Costiera ad un pescatore di 37 anni, che è stato denunciato.

I militari hanno intercettato un piccola imbarcazione con a bordo un uomo intento a confezionare in appositi sacchetti le cozze pronte per essere immesse sul mercato, con rischio per la salute pubblica.

Lascia un commento