Roma, maxi sequestro di beni per 270 milioni

60

Eseguito dai Finanzieri nei confronti di un imprenditore emigrato formalmente in Spagna che controllava decine di imprese assegnatarie anche di appalti pubblici.

L’uomo è sospettato di aver organizzato un gruppo dedito, tra l’altro, ad appropriazione indebita, truffa agli enti pubblici, bancarotta fraudolenta e riciclaggio di capitali illeciti.

Tra i beni sequestrati società, conti correnti, centinaia tra fabbricati e terreni, 32 moto e 2 yacht di 20 metri.