Genova, usurai a soli 20 anni arrestati tre genovesi

Strangolavano commercianti e piccoli imprenditori alle prese con la crisi economica. Con i proventi dei prestiti i tre facevano la bella vita pagandosi serate in discoteca, viaggi e auto fuoriserie. I tre tenevano in piedi il giro d’usura con proventi di altre attività illecite. Praticavano tassi fino al 500%.  Gli usurai in erba hanno un’età compresa tra i 21 e i 23 anni. Applicavano a chi non onorava il debito una mora di 5000 euro mensili su cui scattavano altri interessi. C’era chi riscuoteva e chi procacciava clienti. Chi non pagava diventava oggetto di minacce e persecuzioni e nel corso dell’indagine è stato scoperto che alcune persone per sfuggire alle angherie sono state costrette a cambiare città.

Lascia un commento