Bologna, Legge popolare sul gioco d’azzardo, il Comune promuove la raccolta firme

Il Comune di Bologna promuove la raccolta di firme per una legge popolare che riordini in un codice unico le norme sul gioco d’azzardo necessarie per prevenire davvero le conseguenze nocive di questo gioco. L’assessore comunale alla Legalità, Nadia Monti, ha annunciato la costituzione di un comitato, aperto a tutte le forze politiche rappresentate in Consiglio comunale, che sia promotore delle iniziative di raccolta delle firme tra i cittadini.

La legge popolare mira a tutelare la salute delle persone e contrastare le infiltrazioni della criminalità organizzata. Vuole inoltre dare più potere ai sindaci nell’autorizzazione di sale e l’installazione di slot machine e videolottery, rendere tracciabili i flussi finanziari del settore e porre limitazioni per le concessioni.

Tutti i cittadini italiani residenti e non residenti, presentendo la carta d’identità o altro valido documento di riconoscimento, possono già firmare presso l’URP di piazza Maggiore e presso tutti gli Sportelli del cittadino.

L’Assessore ha poi fatto appello a sindacati, categorie e associazioni della città per estendere la raccolta firme. Per contribuire all’iniziativa contattare la segreteria dell’assessore Monti.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bologna, Legge popolare sul gioco d’azzardo, il Comune promuove la raccolta firme Bologna, Legge popolare sul gioco d’azzardo, il Comune promuove la raccolta firme ultima modifica: 2014-01-20T10:21:22+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento