Alsia, domande per concorso oleario entro il 18

Il Comitato di Assaggio dell’Alsia – Centro di Ricerca Metapontum Agrobios effettua le selezioni dei migliori oli che rappresenteranno il territorio lucano nella competizione Possono partecipare alla competizione nazionale le aziende olearie lucane che nell’annata 2013/2014 hanno prodotto un quantitativo minimo di 20 hl di olio.
Si può partecipare al Concorso unicamente per una categoria (Dop/Igp o Extra).
L’Alsia fa sapere che possono partecipare: Olivicoltori produttori di olio in proprio; frantoi le cui olive provengano dal territorio in cui è sita la struttura; oleifici cooperativi e organizzazioni di produttori, quali consorzi, cooperative e reti d’impresa; soggetti sottoposti al sistema dei controlli, detentori, nella relativa zona d’origine, di prodotto pronto per l’immissione al consumo, con certificazione a denominazione d’origine. L’Alsia, incaricata da Unioncamere, organizzerà il prelievo dei campioni che saranno successivamente valutati dal Comitato di Assaggio, selezionando i sei finalisti, rappresentativi del territorio, che parteciperanno alle fasi finali del concorso. Dal 23 al 29 di Marzo si terranno le fasi finali in Umbria, da venerdì 28 Marzo tutti i finalisti saranno invitati a partecipare al programma di iniziative, incontri e seminari organizzato dal Comitato Nazionale. Infine il 29 Marzo si terrà la cerimonia di premiazione.
Le domande per partecipare alla XXII edizione del Concorso scadono il 18 Gennaio 2014 e vanno indirizzate all’Unioncamere Basilicata, via Fax (0971/27980) o mail (marialuisa.verrastro@bas.camcom.it). Le domande di partecipazione e il regolamento del Concorso Olivario sono sul sito www.bas.camcom.it . Per ulteriori informazioni occorre visitare il sito http://www.ercoleolivario.net/index.php.

9 su 10 da parte di 34 recensori Alsia, domande per concorso oleario entro il 18 Alsia, domande per concorso oleario entro il 18 ultima modifica: 2014-01-16T11:18:06+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento