Avigliano, progetto per la banda larga

Creare una connessione ad internet in banda larga, basata su tecnologia wireless sull’intero territorio comunale, inclusi quelli ricadenti nelle zone non ancora raggiunte dalla connettività Adsl.
E’ questo l’obiettivo di un progetto promosso dal Comune di Avigliano, in particolare, l’assessore alle innovazioni tecnologiche, Vito Lucia, in collaborazione con la ditta Metis srl aggiudicataria della gara ad evidenza pubblica.
“Si tratta – afferma l’assessore Vito Lucia – di un passo fondamentale per ridurre, se non eliminare, il digital divide. Ovvero, servendoci del web e di internet, possiamo abbattere le barriere geografiche, e consentire un avvicinamento tra culture, stili di vita, o dare la possibilità, alle piccole imprese locali, di farsi conoscere e accedere a mercati più grandi, globali”. L’assessore Lucia sottolinea che “la banda larga offre nuove possibilità di occupazione, a partire dal telelavoro. Un approccio al mercato di tipo ‘globale’ e lo sviluppo dell’e-commerce, rappresenta, oggi, una delle poche vie in grado di garantire la sopravvivenza di numerose imprese locali. Infatti, le PMI non hanno i mezzi finanziari per attivare vere e martellanti campagne pubblicitarie. Hanno grandi difficoltà a presentare i loro prodotti, dall’elevata tipicità, in mercati nazionali e internazionali. Internet, invece, annulla le distanze, a costo zero, consentendo la valorizzazione di limitate produzioni, fortemente caratterizzate, in territori lontani”.
“Migliorare la capacità ed il diritto all’accesso alla rete globale ed ai servizi digitali evoluti, da parte della popolazione residente in zone distanti dalle città ed in zone ‘disagiate’, è uno dei principali motivi – ha concluso – per la realizzazione di reti geografiche wireless, su banda libera o licenziata, ad alta capacità ed a basso impatto economico”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Avigliano, progetto per la banda larga Avigliano, progetto per la banda larga ultima modifica: 2014-01-13T17:16:12+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento