Aosta, la Pulsar doppia raccontata dall’astronoma Marta Burgay che l’ha scoperta

E’ in calendario per sabato 18 gennaio, alle 17.30, alla biblioteca regionale di Aosta, un incontro pubblico con l’astronoma valdostana Marta Burgay, organizzato dallo Zonta Club Valle d’Aosta con il patrocinio dell’Assessorato regionale all’Istruzione e Cultura e in collaborazione della Fondazione Clément Fillietroz-ONLUS, che gestisce l’Osservatorio Astronomico regionale e il Planetario di Lignan. La conferenza sarà introdotta dal direttore della Fondazione C. Fillietroz, Enzo Bertolini, e moderata da Silvana De Riccardis, presidente dello Zonta Club Valle d’Aosta.

Ricercatrice all’INAF-Osservatorio Astronomico di Cagliari, Marta Burgay è stata tra gli scopritori della prima pulsar doppia mai osservata, una coppia di stelle che orbitano l’una intorno all’altra e che producono impulsi radio osservabili dalla Terra. L’osservazione di un oggetto di questo tipo rappresenta una pietra miliare, poiché è uno dei migliori laboratori nell’Universo dove poter studiare gli effetti della Teoria della Relatività Generale di Einstein.

Marta Burgay fa inoltre parte del Comitato scientifico dell’Osservatorio Astronomico della Regione autonoma Valle d’Aosta, insieme a scienziati dell’INAF-Osservatorio Astrofisico di Torino.

L’incontro rientra nel programma dello Zonta International per ricordare la socia Amelia Earhart, famosa aviatrice, nota per essere stata la prima donna a trasvolare l’Oceano Atlantico in solitaria e scomparsa durante il tentativo di giro del mondo in volo.

9 su 10 da parte di 34 recensori Aosta, la Pulsar doppia raccontata dall’astronoma Marta Burgay che l’ha scoperta Aosta, la Pulsar doppia raccontata dall’astronoma Marta Burgay che l’ha scoperta ultima modifica: 2014-01-13T10:36:23+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento